OKPEDIA RICICLAGGIO

Riciclaggio

Il riciclaggio è l'attività di recupero dei materiali utili dai rifiuti. Il sistema economico produce rifiuti nell'attività di produzione e di consumo. I rifiuti possono essere stoccati in discarica oppure inceneriti. Secondo la prima legge della termodinamica, nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. Le risorse naturali impiegate nella produzione dei beni ritornano nell'ambiente sotto forma di rifiuti e di inquinamento. Il riciclaggio consente di recuperare i materiali utili presenti nei rifiuti e, previa una fase di lavorazione, riutilizzarli come fattori produttivi in un altro ciclo di produzione. Ciò consente di ridurre parzialmente lo sfruttamento e la scarsità delle risorse naturali. L'attività di riciclaggio modifica lo schema del sistema economico circolare nel seguente modo.

RICICLAGGIO

Il processo produttivo utilizza in input il capitale ( K ), ll lavoro ( L ) e le materie prime, queste ultime sono tratte dalle risorse naturali ( N ) presenti nell'ambiente, per produrre dei beni destinati al consumo. L'attività di produzione ( P ) e di consumo ( C ) generano dei rifiuti, rispettivamente RP e RC. Al termine del processo il sistema economico crea una quantità di rifiuti ( R ) uguale alle risorse naturali impiegate ( N ).

N = R = RP + RC

Ad esempio, il consumo annuale di carbone eguaglia la quantità di rifiuti solidi ( scorie ) e gassosi ( anidride carbonica ) prodotti dalla combustione del carbone. Lo stesso accade per qualsiasi risorsa naturale. Alcuni materiali possono però essere recuperati ( es. vetro, metalli, carta, ecc. ). L'attività di riciclaggio recupera una parte percentuale ( r ) dei rifiuti e reimpiega i materiali riciclati/recuperati come materie prime in un nuovo ciclo di produzione.

Beni di capitale. Nell'esempio precedente per motivi di semplicità espositiva non viene presa in considerazione la produzione dei beni di investimento e di capitale. Nel lungo periodo anche i beni di capitali sono destinati a trasformarsi in rifiuti, la loro presenza non modifica, pertanto, l'equivalenza tra la quantità delle risorse naturali sfruttate ( N ) e la quantità dei rifiuti ( R ) prodotti dal sistema economico.

Sviluppo sostenibile. Il riciclaggio (o riciclo) è alla base dello sviluppo sostenibile. Consente di ridurre il ricorso allo smaltimento dei rifiuti nelle discariche o negli inceneritori. Il riciclaggio è il processo che permette di riutilizzare un materiale per più cicli di produzione e di consumo, permette di recuperare le materie prime di cui sono composti i rifiuti e reimmetterle nei processi di produzione come input di produzione. Il riciclaggio riduce lo sfruttamento delle risorse naturali consentendo un minore impatto ambientale della produzione. La filiera di riciclaggio più diffusa è quella della carta, del vetro e del ferro.

https://www.okpedia.it/riciclaggio



note


  • Entropia. Non tutte le materie prime possono essere riciclate. Alcuni materiali sono utilizzati entropicamente e, una volta impiegati nel sistema economico, non possono essere recuperati. Un esempio di irreversibilità sono le risorse energetiche. Una volta utilizzata una tonnellata di carbone come combustibile, questa si trasforma irreversibilmente in calore e anidride carbonica. Quest'affermazione deriva dalla seconda legge della termodinamica ed è utilizzata dagli economisti ( es. entropia secondo Georgescu-Roegen ) per rafforzare l'idea del sistema economico circolare e chiuso. In conclusione, il riciclaggio non è sempre tecnicamente realizzabile. Anche nei casi in cui la materia è riciclabile ( es. vetro, ferro, ecc. ), in ogni ciclo produttivo una minima parte della materia si frammenta e si disperde nell'ambiente, in modo irreversibile, senza poter essere più recuperata e riciclata. L'entropia è, quindi, un ulteriore limite fisico insormontabile del sistema economico che ridimensiona il concetto stesso di sistema economico circolare.
    l'entropia in un sistema economico circolare


Ambiente