OKPEDIA ECOLOGIA

Ecologia

L'ecologia è la disciplina scientifica che studia gli ecosistemi, i biomi, l'ecosfera e, in particolar modo, l'interrelazione tra gli organismi viventi e l'ambiente che li ospita. Come disciplina scientifica l'ecologia nasce nella seconda metà del XIX secolo. La parola “ecologia” deriva etimologicamente dal termine gredo “oikia – as” che significa, letteralmente, “casa” ed il termine “logos - ou” che significa, letteralmente, “discorso”. Quindi, tradotto in modo pedissequo, il sostantivo “ecologia” è traducibile con “discorso sulla casa”. Facendone una traduzione più estesa, possiamo interpretare il sostantivo “oikia – as” con il termine generico di “sistema” e quello di “logos” con il termine generico di “studio”. L’ecologia, così, risulterà lo studio di un sistema, intendendo con questo termine ogni sistema, sia micro sia macro, compreso all’interno dell’ambiente o che lo comprende in toto.

Campo di studio dell'ecologia. L'oggetto di studio dell’ecologia è la totalità delle interazioni all’interno del sistema, tra le sue componenti, e tra queste e l’esterno. Il sistema viene definito, generalmente, con il termine di ecosistema, termine all’interno del quale compare, ancora una volta, il sostantivo greco “oikia – as”. Le componenti di un ecosistema la cui continua interazione ne determina le caratteristiche statiche e le loro modificazioni dinamiche, sono i cosiddetti fattori. I fattori si distinguono in fattori abiotici e fattori biotici.

  • Fattori abiotici. I fattori abiotici, dal greco “a-bios” da tradursi letteralmente “senza vita”, sono tutti i componenti non viventi, quindi, tra questi, possiamo trovare: la luce, i fattori climatici, l’acqua, l’aria, la terra, il suolo, il sottosuolo…
  • Fattori biotici. I fattori biotici, dal greco “bios – ou” da tradursi letteralmente “vita”, sono tutti i componenti viventi, quindi, tra questi, possiamo trovare la flora e la fauna, ma anche i microrganismi di varia natura. I fattori biotici di un ecosistema, a loro volta, si possono suddividere, secondo un ordine di climax ascendente, in specie, popolazioni, comunità. Gli individui appartenenti ad una specie, cioè in grado di riprodursi tra loro e dare vita ad una progenie fertile, costituiscono una “popolazione”; l’insieme delle popolazioni che si trovano ad interagire in un determinato ecosistema ne costituiscono la “comunità”.

Oltre ai fattori abiotici ed a quelli biotici, esistono i cosiddetti fattori limitanti. I fattori limitanti possono essere sia di tipo abiotico sia di tipo abiotico e sono costituiti, ecosistema per ecosistema, da quei componenti senza i quali un determinato organismo, in esso presente, non può vivere. Fattore limitante può essere l’ossigeno per gli essere umani. Nel caso delle piante un fattore limitante può essere la luce.

https://www.okpedia.it/ecologia



Ambiente