OKPEDIA POLITICA MONETARIA

Politica monetaria in regime di cambi flessibili

La politica monetaria in regime di cambi flessibili è una politica economica efficace per produrre effetti sul reddito nazionale. In regime di cambi flessibili il tasso di cambio è determinato tramite l'incontro della domanda e dell'offerta nel mercato valutario, senza alcun intervento da parte della banca centrale. La bilancia dei pagamenti è, quindi, slegata dalla politica monetaria della banca centrale. Assumendo l'ipotesi della perfetta mobilità dei capitali, qualsiasi disequilibrio della bilancia dei pagamenti viene compensato dall'apprezzamento o dal deprezzamento del tasso di cambio.

Politica monetaria espansiva in regime di cambi flessibili

La politica monetaria espansiva consiste in un incremento della base monetaria e dell'offerta di moneta da parte della banca centrale di un paese. Nella rappresentazione grafica del modello IS-LM la politica monetaria espansiva determina lo spostamento verso destra della curva LM. L'equilibrio macroeconomico si sposta dal punto e0 al punto e1, generando l'aumento del reddito da y0 a y1 e la riduzione del tasso di interesse nazionale da i0 a i1 ( fase 1 ).

EFFICACIA DELLA <a href='/politica_monetaria' _fcksavedurl='/politica_monetaria' title='POLITICA MONETARIA'>POLITICA MONETARIA</a> ESPANSIVA IN REGIME DI CAMBI FLESSIBILI

Nel nuovo equilibrio (e1) il tasso di interesse interno è inferiore al tasso di interesse internazionale. In questa situazione agli investitori nazionali conviene spostare i propri capitali all'estero dove possono ottenere un rendimento maggiore. Il deflusso di capitali verso l'estero spinge in disavanzo la bilancia dei pagamenti. Il nuovo equilibrio (e1) si trova al di sotto della curva BP. In regime di cambi flessibili il disavanzo della bilancia dei pagamenti viene compensato dal deprezzamento del tasso di cambio della valuta nazionale che rende più competitive le merci nazionali rispetto a quelle straniere. Ne consegue un incremento delle esportazioni ( x ). L'aumento delle esportazioni sposta la curva IS verso destra ( fase 2 ) fino a colmare del tutto il differenziale tra il tasso di interesse interno e quello internazionale. Nel punto di equilibrio finale (e2) il sistema economico raggiunge un livello di reddito più elevato (y2). In conclusione, la politica monetaria espansiva determina un incremento stabile del reddito nazionale ( y ).

Politica monetaria restrittiva in regime di cambi flessibili

La politica monetaria restrittiva consiste in una riduzione dell'offerta monetaria da parte della banca centrale. Sul diagramma cartesiano la politica monetaria restrittiva è rappresentata dallo spostamento della curva LM verso sinistra. L'equilibrio macroeconomico si sposta dal punto e0 al punto e1, in corrispondenza di un livello inferiore del reddito (y1) e superiore del tasso di interesse nazionale (i1).

EFFICACIA DELLA <a href='/politica_monetaria_restrittiva' _fcksavedurl='/politica_monetaria_restrittiva' title='POLITICA MONETARIA RESTRITTIVA'>POLITICA MONETARIA RESTRITTIVA</a> IN REGIME DI CAMBI FLESSIBILI

Nell'equilibrio e1 il tasso di interesse nazionale (i) è superiore al tasso di interesse internazionale (i). In questa situazione agli investitori stranieri conviene spostare i capitali nel paese poiché possono trarre dagli investimenti un rendimento maggiore. L'afflusso di capitali determina un avanzo della bilancia dei pagamenti. Nel diagramma cartesiano il punto di equilibrio (e1) si trova al di sopra della curva BP. In regime di cambi flessibili l'avanzo della bilancia dei pagamenti si traduce in un apprezzamento del tasso di cambio della valuta nazionale che rende meno competitive le merci nazionali rispetto a quelle estere e riducendo, di conseguenza, le esportazioni (x) del paese. Nel diagramma cartesiano la riduzione delle esportazioni è rappresentata dallo spostamento della curva IS verso sinistra ( fase 2 ) fino a colmare del tutto il differenziale tra il tasso di interesse interno (i1) e quello internazionale (i). Nel punto di equilibrio finale (e2) il sistema economico torna in equilibrio interno ed esterno in corrispondenza di un livello di reddito ancora più basso (y2). In conclusione, la politica monetaria restrittiva determina una riduzione stabile del reddito nazionale ( y ).

https://www.okpedia.it/politica_monetaria_in_regime_di_cambi_flessibili


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Politica monetaria