test di verificaDomanda
Cos'č la politica economica?



1 / 7 domande



Vuoi visualizzarlo sul tuo sito?

La politica economica

La politica economica è la disciplina delle scienze economiche che studia e analizza l'efficacia degli strumenti e degli interventi normativi sul sistema economico in relazione al raggiungimento di un obiettivo.

la definizione di politica economica

Una politica economica consiste in una serie di interventi pubblici in economia da parte dello Stato e del governo ( policy maker ).

L'intervento pubblico dello Stato nell'economia presuppone l'incapacità del sistema economico di giungere in modo naturale a un determinato obiettivo o situazione.

Da qui l'esigenza del policy maker di effettuare degli interventi economici correttivi in economia per modificare gli equilibri economici.

Lo scopo della politica economica

In generale lo scopo dell'intervento pubblico nella vita economica è accrescere il benessere collettivo.

Nota. Tuttavia, gli obiettivi della politica economica sono scelti dal policy maker. Quindi, potrebbero anche divergere dall'interesse generale. Il policy maker potrebbe anche decidere di seguire degli interessi particolari. Questi casi sono conosciuti come fallimenti dello Stato.

Per intervenire in economia il policy maker deve scegliere gli obiettivi e gli strumenti.

  1. Obiettivo. Il policy maker sceglie l'obiettivo da raggiungere ( es. aumento dei consumi ).
  2. Strumento. Il policy maker decide quali strumenti utilizzare per raggiungere l'obiettivo ( es. riduzione delle imposte ).

gli strumenti e gli obiettivi della politica economica

La politica economica nelle economie di mercato

In un'economia di mercato gli interventi di politica economica hanno soltanto una funzione di indirizzo, perché i fenomeni economici sono determinati dal comportamento dei soggetti privati.

Il policy maker ( lo Stato ) influenza le scelte private tramite gli strumenti indiretti, lasciando ai soggetti privati la libertà decisionale sulle proprie scelte economiche ( es. cosa acquistare, cosa produrre, ecc. ).

Esempio. La riduzione delle imposte aumenta il reddito disponibile dei consumatori. Non è però detto che ciò aumenti i consumi. I consumatori potrebbero decidere di destinare completamente a risparmio il reddito netto aggiuntivo ( cd preferenza per la liquidità ).

In alcuni casi lo Stato interviene direttamente sul sistema economico tramite degli strumenti diretti di intervento, agendo in prima persona tramite le aziende pubbliche statali o controllate.

gli strumenti di intervento pubblico diretto e indiretto

La politica economica nelle economie centralizzate

In un'economia centralizzata ( economia non di mercato ) lo Stato accentra su se stesso tutte le scelte private di produzione e consumo tramite la pianificazione centrale.

la politica economica nelle economie centralizzate

In questo caso il potere decisionale dei soggetti privati è ridotto al minimo.

Pertanto, nei sistemi ad economia pianificata la politica economica è composta prevalentemente da strumenti diretti.

Il policy maker

Il policy maker è un soggetto pubblico nazionale o internazionale ( autorità pubbliche ).

i principali policy maker in politica economica

I principali soggetti attivi che decidono la politica economica di un paese sono i seguenti:

  • Lo Stato ( Parlamento, Pubblica Amministrazione, ecc. )
  • La Banca centrale
  • Il governo
  • Gli enti locali ( Regioni, Province, Comuni, ecc. )
  • Gli organismi internazionali e sovranazionali.

    Ad esempio il Fondo Monetario Internazionale ( FMI ), la Banca Mondiale ( BM ), l'Organizzazione delle Nazioni Unite ( ONU ), l'Unione europea ( UE ), ecc.).

Gli obiettivi della politica economica

Gli obiettivi della politica economica sono determinati dalle esigenze della società in un particolare momento storico. Possono essere molteplici.

  • Crescita economica
  • Occupazione
  • Distribuzione del reddito
  • Inflazione
  • Sviluppo economico
  • Risanamento della finanza pubblica (ecc.)

la mappa degli obiettivi della politica economica

Per società si intende l'insieme di tutti i soggetti socioeconomici che partecipano alla vita di un paese ( imprese, famiglie, Stato ).

Esempi di obiettivi. L'intervento può essere finalizzato a correggere dei fallimenti del mercato o dei fallimenti dello Stato, a rimuovere gli ostacoli al libero mercato ( politiche economiche liberiste ) o per indirizzare il corso economico verso obiettivi di natura politica, di crescita o di stabilità, per ridurre la disoccupazione, ecc.

Sulla base dell'orizzonte temporale gli obiettivi si distinguono in:

  • Obiettivi di breve periodo. Sono raggiungibili in pochi mesi o anni. Ad esempio, una politica congiunturale finalizzata a contenere la crescita dell'inflazione dei prezzi è un intervento a breve termine.
  • Obiettivi di lungo periodo. Sono raggiungibili dopo diversi anni. Ad esempio, una politica di sviluppo economico è generalmente caratterizzata da interventi di lungo periodo.

Gli strumenti della politica economica

I principali strumenti della politica economica sono la politica fiscale e la politica monetaria.

  • La politica fiscale. La politica fiscale è la parte della politica economica che studia le possibilità di intervento economico mediante la leva della spesa pubblica e del prelievo fiscale. La politica fiscale è uno strumento del policy maker per perseguire la crescita economica. Nel modello IS-LM la politica fiscale determina gli spostamenti della curva IS.
  • La politica monetaria. La politica monetaria è la parte della politica economica che analizza l'efficacia dell'intervento economico mediante la leva monetaria, l'offerta di moneta, di liquidità e di credito nel settore economico, il livello dei prezzi, ecc. La politica monetaria è uno strumento di intervento della banca centrale che persegue prevalentemente degli obiettivi di stabilità economica. Nel modello IS-LM la politica monetaria determina gli spostamenti della curva LM.

le tipologie di politiche economiche

Sulla scelta delle politiche economiche esiste una vasta letteratura e diverse scuole di pensiero di economisti.

Le scuole della politica economica

Le principali scuole di politica economica del Novecento sono la scuola keynesiana e la scuola monetarista.

Quale scuola economica è più efficace? L'efficacia delle politiche economiche è fortemente condizionata al contesto storico, alla situazione delle variabili macroeconomiche del paese e del sistema economico di riferimento in cui opera. Pertanto, nessuna teoria di politica economica può essere definita efficace in senso generale nel tempo e/o nello spazio.

Il metodo di indagine

La politica economica analizza i fenomeni economici utilizzando l'analisi normativa come metodo di indagine.

Pertanto, si distingue da tutte le altre branche dell'economia politica che utilizzano l'analisi positiva.

la differenza tra politica economica ed economia politica

La differenza tra macroeconomia e politica economica. La macroeconomia è il ramo positivo della scienza economica che studia i fenomeni economici così come si presentano all'osservatore. La politica economica, invece, è uno dei rami normativi dell'indagine economica perché analizza le tecniche e gli strumenti per modificare la realtà economica, orientandola verso una determinata direzione.

https://www.okpedia.it/politica-economica



faq

  1. La politica economica è il ramo normativo o positivo dell'economia politica? La politica economica studia gli aspetti normativi dell'economia, ossia gli strumenti che il policy maker può utilizzare per influenzare i fenomeni economici al fine di raggiungere un particolare obiettivo. Gli aspetti positivi, invece, sono i fenomeni economici come si presentano, senza intervento da parte del policy maker, e sono oggetto di studio dell'economia politica.
  2. Qual è la differenza tra la politica economica e la macroeconomia? La macroeconomia si occupa di studiare gli aspetti positivi dell'economia politica per scoprire le leggi economiche che regolano i sistemi economici. La politica economica, invece, analizza gli aspetti normativi.
  3. Qual è la differenza tra la politica economica e la scienza delle finanze? La scienza delle finanze studia la spesa pubblica, il fabbisogno e le entrate dello Stato. La politica economica analizza anche strumenti differenti dalla spesa pubblica e dall'imposizione fiscale, come la politica monetaria e la politica valutaria.


  1. la politica economica
  2. gli obiettivi
  3. gli strumenti
  4. la storia e le teorie
  5. la politica fiscale
  6. la politica monetaria

Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.