test di verificaDomanda
Quali sono le branche dell'economia politica?



1 / 10 domande



Vuoi visualizzarlo sul tuo sito?

L'economia politica

L'economia politica è la scienza che si occupa dello studio e dell'analisi del funzionamento dei sistemi economici. È la scienza che studia l'attività umana nei rapporti economici e il comportamento umano come relazione tra il soddisfacimento dei bisogni in condizioni di scarsità delle risorse.

Pur avendo un'origine antica, la scienza economica nasce come disciplina autonoma soltanto a partire dal XVII secolo. Nel Settecento, durante l'illuminismo, l'economia politica si svincola definitivamente da ogni legame con la filosofia e la teologia, accoglie il metodo sperimentale e quantitativo per avvicinarsi alle scienze fisiche. Oggi l'economia politica è una delle scienze sociali più importanti.

L'origine del termine e il suo significato

Il termine "economia politica" deriva dalla combinazione di tre parole greche: oikos (casa), nomos (legge) e polis (Stato).

Nell'antichità per "economia" si intendono le buone pratiche di gestione ( nomos = regole ) dei conti di una singola famiglia ( oikos=casa ). L'aggiunta del termine "politica" ( polis=città o stato ) è più recente, risale al XVII-XVIII secolo, ed estende il campo di studio della scienza economica all'intera società.

Dall'etimologia delle parole si può risalire all'oggetto di studio attuale dell'economia politica che consiste nell'osservare il comportamento dell'uomo di fronte al problema della soddisfazione dei bisogni individuali in condizioni di scarsità delle risorse.

il significato di economia politica

Una definizione di economia

Le risorse di cui l'uomo si serve per raggiungere i propri scopi sono limitate mentre i bisogni che avverte posso aumentare illimitatamente. Da questa constatazione deriva lo stimolo a usare con razionalità le risorse scarse a propria disposizione, per ottenere la massima utilità possibile tramite lo scambio dei beni e servizi con gli altri. La scienza che studia questi aspetti è detta economia politica.

la natura dei fenomenie economici

Esistono diverse definizioni di economia politica, quella che segue è la definizione più generale:

'l'economia politica è la scienza che studia il modo in cui i mezzi scarsi sono impiegati in usi alternativi al fine di soddisfare al massimo i bisogni dell'uomo"

Uno dei punti chiave della definizione è la scarsità.

Se le risorse non fossero scarse, non ci sarebbe bisogno di scambiarle sul mercato e non avrebbero alcun prezzo.

Esempio. Un fornaio ha molto pane a disposizione. Un sarto ha molti abiti. Il fornaio necessita di abiti, mentre il sarto di pane. Hanno dotazioni e bisogni diversi. Lo scambio consente a entrambi di superare le rispettive scarsità e soddisfare i propri bisogni.

Le branche dell'economia politica

Il campo di indagine degli studi economici è molto vasto. L'economia politica è suddivisa in due principali branche di studio:

  • Microeconomia. La microeconomia è lo studio del comportamento dei singoli agenti economici, delle imprese e dei consumatori, e del modo in cui essi modo in cui interagiscono tra di loro per formare unità più ampie come i mercati e le industrie. La microeconomia secondo okpedia studia il comportamento razionale e le scelte economiche dell'individuo (consumatore, lavoratore, risparmiatore, produttore) e delle imprese.
  • Macroeconomia. La macroeconomia è lo studio dei grandi aggregati economici. La macroeconomia studia il funzionamento del sistema economico analizzando le relazioni tra le grandezze economiche aggregate (es. consumi, produzione, spesa pubblica ecc.).La macroeconomia analizza il comportamento degli operatori aggregati (l'insieme delle famiglie, l'insieme dei consumatori, delle industrie, lo Stato ecc) e tutti i fenomeni economici che ne derivano.

la differenza tra microeconomia e macroeconomia

Oltre alla macroeconomia e alla microeconomia lo studio dell'economia politica si è progressivamente specializzato nell'osservazione di singoli aspetti della realtà economica. Sono così nate materie economiche specialistiche trattate anche su okpedia.it come l'economia internazionale, l'economia monetaria, l'economia dello sviluppo, la politica economica, l'economia aziendale, l'economia del lavoro, l'economia agraria, la scienza delle finanze ed altre.

Il metodo di indagine delle scienze economiche

I metodi di indagine dell'economia politica si basano sia sul metodo deduttivo che sul metodo induttivo. Dal punto di vista del metodo l'analisi economica può essere distinta anche in analisi positiva e analisi normativa.

  • Analisi positiva. Nell'analisi positiva l'economista individua la relazione causa-effetto dei fenomeni economici tramite la costruzione di un modello economico.
  • Analisi normativa. Nell'analisi normativa l'economista formula una teoria sugli interventi che consentirebbero di raggiungere un determinato obiettivo economico.

infografica sull'economia politica

L'origine dell'economia politica

Nell'antichità l'economia è concepita prevalentemente come mera gestione delle risorse di una famiglia / casa (oikos). L'origine dell'economia politica è più recente. Con la nascita degli stati unitari moderni nel XV-XVI secolo si sviluppa lo studio dell'economia come disciplina separata dall'etica e dalla politica. Le prime teorie economiche sono elaborate dai fisiocratici e dai mercantilisti. Con la pubblicazione dell'opera "La Ricchezza delle Nazioni" di Adam Smith, alla fine del '700, nasce la teoria economica classica. Una delle prime teorie economiche della storia.

Le diverse teorie economiche e scuole di pensiero che si sviluppano nel corso del tempo ( marxismo, scuola neoclassica, keynesiana, monetarismo , ecc. ) sono oggetto di studio della storia del pensiero economico ampiamente trattata su okpedia. Una disciplina specialistica dell'economia politica.

Attualmente l'economia politica è considerata una scienza sociale in quanto studia il comportamento economico dell'uomo all'interno della società.

https://www.okpedia.it/economia-politica





faq

  1. Cosa è l'economica politica? L'economia politica è la branca della scienza economica che studia i rapporti economici e i fenomeni economici al fine di individuare delle regole o delle leggi in grado di spiegarne il funzionamento.
  2. Qual è l'oggetto di studio? L'economia politica analizza il sistema economico sia dal punto di vista dei comportamenti individuali dell'uomo che dei comportamenti sociali da parte di operatori economici aggregati ( imprese, consumatori, Stato, ecc. ). Studia il comportamento e le scelte degli uomini e delle organizzazioni in situazioni di scarsità delle risorse.
  3. Da cosa deriva il termine economia politica? Il termine economia politica è, infatti, l'unione delle parole "economia" e "politica". L'aggettivo "politica" si riferisce alla polis ossia allo Stato e alla società nell'insieme.
  4. Quali sono le principali branche dell'economia politica? Lo studio dell'economia politica è suddiviso in due discipline distinte: la microeconomia e la macroeconomia.
  5. Cos'è la microeconomia? La microeconomia è la branca dell'economia politica che studia il comportamento individuale degli agenti economici. Si occupa di studiare le scelte razionali in ambito economico da parte del singolo individuo.
  6. Cos'è la macroeconomia? La macroeconomia è la branca dell'economia politica che studia il comportamento aggregato degli agenti economici e il funzionamento generale del sistema economico. Si occupa di indagare i fenomeni economici dal punto di vista generale, analizzandone le grandezze aggregate.
  7. Qual è la differenza tra analisi normativa e analisi positiva? Lo studio dell'economia politica può avere natura positiva o normativa. Nell'analisi positiva l'economista si pone come obiettivo la costruzione di un modello economico in grado di spiegare i fenomeni economici e di fornire una previsione sull'andamento futuro. Nell'analisi normativa l'economista analizza le decisioni dei policy maker, gli effetti economici degli interventi e della politica economica pubblica.

home

Economia politica

  1. L'economia politica
  2. La scienza economica
  3. La microeconomia
  4. La macroeconomia
  5. La storia del pensiero economico