Origine economia politica

Origine dell'economia politica. L'economia nasce nel mondo antico come mera gestione delle risorse economiche di una famiglia (oikos) e, spesso, nella storia dell'uomo la ricchezza del monarca coincide con quella dello Stato (monarchie assolute). L'economia politica vera e propria, quella che oggi conosciamo, ha però origine soltanto alla fine del medioevo con la separazione della politica dall'etica. Con la nascita degli Stati unitari all'interesse economico del monarca si affianca quello della borghesia e, più di recente, anche del popolo. Lo studio dell'economia politica diventa pertanto lo studio dei fenomeni economici. I primi movimenti a delineare lo studio dell'economia politica moderna sono i mercantilisti e i fisiocratici. Nel XVIII secolo nasce l'economia politica classica con la pubblicazione della "Ricchezza delle Nazioni" di Adam Smith ove si trova il concetto della "Mano invisibile". Nel corso dell'Ottocento e del Novecento diverse scuole di pensiero hanno interpretato i fatti economici formulando leggi e teorie economiche senza, tuttavia, mai giungere ad una teoria generale ed universale. Ha fatto parte delle scienze sociali fino alla fine del XIX secolo, distaccandosene gradualmente. Nel XX secolo si sviluppano diverse scuole di pensiero economico, teorie e una grande produzione di letteratura economica.

https://www.okpedia.it/origine_economia_politica



Economia politica

  1. L'economia politica
  2. La scienza economica
  3. La microeconomia
  4. La macroeconomia
  5. La storia del pensiero economico