OKPEDIA EQUILIBRIO

Industria a costi costanti

L'industria a costi costanti è una particolare situazione di equilibrio di lungo periodo in cui i costi medi non variano al variare della produzione. Un eventuale aumento della produzione non determina alcun aumento dei costi medi. Il costo medio costante implica, indirettamente, anche un prezzo costante di vendita del bene. La situazione di un'industria a costi costanti può essere rappresentata sul piano cartesiano ponendo la quantità di produzione dell'industria sull'asse delle ascisse e il prezzo del prodotto sull'asse delle ordinate.

INDUSTRIA <a href='/costi' _fcksavedurl='/costi' title='COSTI'>COSTI</a> COSTANTI <a href='/equilibrio' _fcksavedurl='/equilibrio' title='EQUILIBRIO'>EQUILIBRIO</a> LUNGO PERIOD

L'equilibrio di mercato è inizialmente il punto E1. Un improvviso aumento della domanda ( fase 1 ) sposta la curva di domanda verso destra. Il nuovo equilibrio economico del mercato nel punto E2. Essendo un'analisi di lungo periodo si tratta però di un equilibrio temporaneo. L'equilibrio E2 genera un extraprofitto a favore delle imprese operanti nell'industria pari alla differenza tra il nuovo prezzo di mercato (P2) e il costo medio di produzione ( CU ). La presenza dell'extraprofitto attira immediatamente sul mercato nuove imprese competitor. Ciò determina un'espansione dell'offerta ( fase 2 ) fin quando il prezzo di vendita è superiore ai costi medi. La curva di offerta si sposta verso destra. L'equilibrio di lungo periodo si verifica nel punto E3, dove la domanda eguaglia l'offerta e il prezzo eguaglia il costo medio di produzione. In tali condizioni cessa l'ingresso di nuove imprese competitor e l'equilibrio economico è stabile.

https://www.okpedia.it/industria_a_costi_costanti


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Equilibrio