OKPEDIA MESOPOTAMIA

Produzione agricola in Mesopotamia

La fertilità della Mesopotamia e le prime tecniche agricole tramandate per esperienza rendono particolarmente abbondante la produzione agricola tra i fiumi Tigri ed Eufrate. Qui sorgono centinaia di villaggi agricoli e le prime città della storia. A differenza del vicino Egitto la proprietà privata del suolo è maggiormente frazionata in piccole unità produttive e anche la pratica dell'affitto del suolo è molto diffusa. La produzione agricola in Mesopotamia è basata principalmente sull'orzo. Sono coltivati anche altre colture cerealicole come grano, sorgo, segale, farro, sesamo. Dalla lavorazione del prodotto agricola deriva anche la produzione di olio. E' invece scarsa la disponibilità di foreste e quindi di legno. I popoli mesopotamici compensano questa scarsità utilizzando la pianta di canna. La produzione agricola comprende anche la raccolta di frutti quali l'uva, i datteri, melograne e fichi. Nelle zone settentrionali della Mesopotamia, meno fertili e irrigabili dei territori meridionali, è più praticato l'allevamento di asini, bovini, ovini, caprini, suini, polli, oche e successivamente del cavallo. L'allevamento fornisce abbondante materia prima per arricchire con latte e carne la dieta alimentare e sviluppa la produzione artigianale di pellami.

21 / 11 / 2008

https://www.okpedia.it/produzione-agricola-in-mesopotamia


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Civiltà mesopotamica

Mesopotamia

Scienza e Tecnologia

Società

Arte e architettura

Mitologia/Religione babilonese

Bibliografia