OKPEDIA ASSIRI

Assiri

Gli assiri sono una popolazione semitica dell'antica Mesopotamia orientale di stirpe guerriera. Le prime documentazioni storiche degli assiri risalgono alla caduta dell'impero sumerico di UR nel 2000 a.C. circa. Gli Assiri sono un popolo proveniente dall’Asia Occidentale, formato da tribù semite del sud, non semite dell’ovest e curdi caucasici che nel corso dei secoli si espande verso i territori della Mesopotamia. Nel III millennio a.C. gli assiri sono un popolo di scarsa importanza, assoggettato dapprima dai sumeri e poi dai babilonesi. La principale città del regno degli assiri è Assur. La storia degli assiri è suddivisa in tre periodi storici:

  • Antico impero assiro (1800-1365 a.C.). La monarchia assira diventa inizialmente una potenza mesopotamica sotto Shamshiadad per poi decadere a stato suddito dei babilonesi e degli hurriti.
  • Medio impero assiro (1365-932 a.C.). In questa fase gli assiri guidati dal re Tiglatpileser I conquistano Babilonia, la Fenicia, la Palestina, la Siria e le coste del Mediterraneo. L'impero assiro assoggetta per secoli le popolazioni dei territori occupati. La civiltà Assira raggiunge il massimo splendore sotto Tiglatpileser III e ai suoi successori, la potenza assira si è espande su un vasto territorio da Cipro all’Iran. Tuttavia, la continua pressione delle popolazioni nomadi degli aramei causa progressivamente una nuova fase di decadenza della potenza assira.
  • Nuovo impero assiro (932-612 a.C.). L'espansionismo assiro riprende nei secoli successivi sotto la guida di Tiglatpileser III, Sargon II e Asarhaddon che ampliano i confini dell'impero fino all'Egitto. Nel nuovo impero assiro sono assoggettate agli Assiri i territori di Israele, di Damasco, dell'Egitto, della Fenicia e di Babilonia. Nel 626 a.C. i babilonesi si ribellano al dominio assiro chiedendo aiuto ai medi che, nel 612 a.C., conquistano e distruggono la capitale assira Ninive, ponendo definitivamente fine all'impero assiro.

La società assira si basa su una struttura aristocratico-mlitare. La lingua semitica cuneiforme e la religione assira sono simili a quelle babilonesi. Il dio protettore della stirpe assira è Assur. L’organizzazione politico-amministrativa dell’Impero Assiro è considerata dagli storici come una delle migliori del Vicino Oriente e del Mediterraneo. Le città più grandi conservano una propria autonomia di governo e l’assoggettamento alla capitale è spesso rappresentato soltanto dal pagamento delle tasse. Nel governo assiro collaborano sia i capi militari che i sacerdoti. Gli Assiri sono noti per la loro crudeltà contro le città ribelli che, una volta conquistate, sono completamente distrutte e depredate di tutto, il bottino veniva diviso in percentuale fra coloro che hanno ucciso più nemici durante la battaglia, i popoli assoggettati sono ridotti in schiavitù, deportati in altre città assire ed utilizzati come forza lavoro nelle attività agricole e commerciali. Dopo essersi espanso in tutta la Mesopotamia l'impero assiro crolla definitivamente sotto la rivolta di Babilonesi e Medi che ne causano la sua definitiva scomparsa nel 612 a.C.

https://www.okpedia.it/assiri


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Civiltà mesopotamica

Mesopotamia

Scienza e Tecnologia

Società

Arte e architettura

Mitologia/Religione babilonese

Bibliografia