OKPEDIA BABILONIA

Marduk (divinitā)

MardukIl dio Marduk č una divinitā dell'antica Mesopotamia. Nel XVII secolo a.C. il re babilonese Hammurabi introduce il culto di Marduk a Babilonia, praticato nel tempio di Esaghila. La mitologia babilonese vuole Marduk come figlio di Enki/Ea (dio della saggezza) e di Damkina. Il nome Marduk derivera dal sumerico amar-utuk (traduzione letterale "giovane toro del Sole"). In origine il dio Marduk č il dio tutelare della famiglia del re Hammurabi, poi diventato nume tutelare dell'intera cittā dopo l'ascesa di Hammurabi al trono di Babilonia. Nella mitologia sumero-babilonese Marduk segue le sorti della cittā, diventando il re degli dei durante gli anni di massima potenza e di egemonia di Babilonia sulle altre cittā mesopotamiche. Il dio Marduk č simboleggiato dal pianeta Giove e dal numero 50 (attributo di Enlil). Nella mitologia č sposato con Ṣarpanītum e raffigurato insieme al serpente Mušḫuššu. La sua vita č descritta nel poema della creazione Enūma Eliš, dove Marduk sconfigge il dio Tiāmat e crea l'uomo con sangue e fango. Il culto di Marduk cade in oblio sotto la dominazione assira per poi tornare brevemente in auge durante l'impero di Nabucodonosor II nel VI secolo a.C.


Bibliografia
"Storia delle religioni. Le religioni antiche"
L. Cagni, Laterza, Roma-Bari 1997, ISBN 9788842052050

https://www.okpedia.it/marduk-divinita


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina