Il modello urbano mesopotamico

Il fenomeno urbano nasce nella seconda metà del IV millennio a.C. nella città mesopotamica di Uruk, il primo agglomerato urbano della storia dell'uomo. Le inondazioni cicliche del Tigri e dell'Eufrate rendono particolarmente fertile il terreno e la produzione agricola nel circondario di Uruk supera abbondantemente il fabbisogno alimentare della popolazione. Questo surplus agricolo consente alla società di far nascere il settore secondario, composto da artigiani e funzionari di Stato, impone lo stoccaggio delle derrate in eccesso all'interno di strutture comuni (magazzini, granai...) e una gestione amministrativa centrale per la manutenzione delle opere di canalizzazione. Il villaggio si trasforma in agglomerato urbano al cui centro è posto il palazzo delle autorità (il palazzo del re) ed i magazzini di stoccaggio alimentare. La società inizia a stratificarsi in classi sociali (artigiani, funzionari, agricoltori, guerrieri, sacerdoti ecc). Il surplus consente alla società di compiere un passo in avanti anche sul piano delle scienze, della religione e più in generale della conoscenza. La crescita demografica della popolazione urbana impone al potere centrale del monarca assoluto di rafforzare gli strumenti di controllo sui propri sudditi per impedire rivolte o sommosse. Nascono così altre due classi sociali ben distinte e importanti, quella dei guerrieri di professione e quella dei sacerdoti. I primi riescono a garantire l'ordine pubblico ed eventualmente la difesa dall'esterno con l'uso delle armi. I sacerdoti, invece, consentono di garantire un controllo spiriturale della popolazione costruendo intorno alla figura del re il volere divino. Il modello urbano di Uruk consente alla città di conquistare l'egemonia della Bassa Mesopotamia. La città di Uruk instaura stabili scambi commerciali con i villaggi agricoli del circondario, garantendo loro protezione dagli invasori, la realizzazione delle opere di canalizzazione, lo sviluppo delle tecniche di irrigazione e la garanzia di beneficiare di un granaio comune in grado di far fronte ai periodi di carestia.

09 / 11 / 2008

https://www.okpedia.it/il-modello-urbano-mesopotamico