Economia dell'ambiente

L'economia dell'ambiente è la disciplina economica che si occupa di studiare la relazione tra l'ambiente, la crescita economica e il sistema economico. È conosciuta anche come economia ambientale. L'economia dell'ambiente utilizza gli stessi strumenti dell'economia politica per costruire una teoria economica in grado di gestire la scarsità delle risorse naturali e tutti quei fenomeni economico-ambientali altrimenti esclusi dal mercato ( es. inquinamento, diseconomie esterne, ecc ).

Il campo di studio dell'economia ambientale

L'economia ambientle individua le cause economiche del degrado ambientale e propone al policy maker i possibili interventi di politica economica e di politica ambientale ( es. regolamentazione, sussidi, imposte ) per porvi rimedio.

relazioni tra economia e ambiente

L'economia dell'ambiente è una disciplina economica più olistica rispetto alle altre, poiché deve prendere in considerazione anche gli aspetti chimico-fisici dell'ambiente.

La storia dell'economia dell'ambiente

L'economia dell'ambiente nasce negli anni '60 del Novecento, quando diventano evidenti i problemi energetico-ambientali come l'esaurimento delle risorse naturali e delle fonti di energia ( problema energetico ), il problema dell'inquinamento ( problema ambientale ).

La differenza tra ecologia ed economia ambientale. L'ecologia si occupa degli equilibri ambientali in senso ampio ( es. tutela biodiversità, conservazione, ecc. ). L'economia ambientale, invece, analizza soltanto le funzioni economiche dell'ambiente e la relazione tra economia e ambiente pur considerando tutti gli aspetti biochimici e biofisici dell'ambiente.

Nella storia del pensiero economico l'economia dell'ambiente nasce all'interno della teoria economica neoclassica.

Un esempio di studio appartenente all'economia ambientale è il teorema di Coase.

Nota. Nel teorema di Coase si cerca di risolvere il problema dell'esternalità negative ( inquinamento ) con la distribuzione dei diritti di proprietà tra chi subisce l'inquinamento e chi lo produce. In questo modo le parti possono negoziare lo scambio del diritto tramite il mercato. È un approccio alternativo alle regolamentazioni e alle tasse.

Un altro importante argomento introdotto dall'economia dell'ambiente è il concetto di sviluppo sostenibile.

Il sistema economico circolare

Nell'economia ambientale il sistema economico perde la sua tradizionale connotazione di sistema aperto e lineare, dalle materie prime al prodotto finito, per assumere quella di sistema chiuso e circolare ( sistema economico circolare ).

Gli stadi iniziali, intermedi e finali del sistema sono collegati tra loro tramite dei collegamenti retroattivi ( feed-back ).

sistema economico circolare

Il sistema economico circolare rispetta la prima legge della termodinamica ( legge della conservazione dell'energia ) in base alla quale, non è possibile né creare, nè distruggere nulla, poiché tutto si trasforma.e

Le interdipendenze tra il sistema economico e l'ambiente

L'ambiente fornisce risorse naturali al sistema economico.

  1. Le risorse rinnovabili ( RR ) si rigenerano in breve tempo ( es. foresta ). Lo stock della risorsa non si riduce con l'utilizzo, se il tasso di sfruttamento ( u ) è inferiore al tasso di rigenerazione (r) della risorsa.
  2. Le risorse esauribili ( RNR ) si rigenerano in tempi molto lunghi ( es. combustibili fossili ). Nel breve periodo il tasso di rigenerazione è nullo ( r=0 ). Pertanto, lo sfruttamento (u) riduce lo stock disponibile delle risorse esauribili.

sistema economico circolare con risorse rinnovabili (RR) ed esauribili (RNR)
Lo stock delle risorse rinnovabili (RR) si mantiene inalterato nel tempo se il tasso di utilizzo è inferiore al tasso di rigenerazione ( u<r ).

Il caso delle risorse rinnovabili esauribili. Lo sfruttamento eccessivo ( u>r ) di alcune risorse rinnovabili ( es. biomasse, bosco, terra, ecc. ) può danneggiare lo stock delle risorse rinnovabili (RR) e il flusso di rigenerazione ( r ) fino a esaurirla completamente.

Altre risorse rinnovabili, invece, si rigenerano indipendentemente dallo sfruttamento da parte dell'uomo ( es. energia solare, eolica, geotermia, ecc. ).

In questo secondo caso lo stock RNR non può essere intaccato dalle attività umane.

D'altra parte, le attività di produzione e di consumo scaricano nell'ambiente rifiuti e inquinamento.

sistema circolare ecosistema ed economia: i rifiuti e l'inquinamento

Esempio. Una fabbrica riversa nell'ambiente gli scarti di produzione ( rifiuti industriali ) e rilascia sostanze inquinanti nell'aria, nell'acqua o nella terra. I consumatori dopo aver utilizzato un prodotto, lo riversano nell'ambiente sotto forma di rifiuto. Le stesse attività di consumo possono rilasciare inquinamento ( es. emissioni inquinanti di un'automobile durante l'utilizzo ).

Una parte dei rifiuti e dell'inquinamento sono assorbite dalla capacità di assimilazione dell'ambiente ( A ).

Un'altra parte dei rifiuti viene recuperata dall'uomo tramite il riciclaggio ( R ).

Le materie prime riciclate ( es. vetro, carta, gomma, ecc. ) sono reimmesse come input in un nuovo ciclo di produzione.
il riciclaggio dei rifiuti nel sistema economico

La seconda legge della termodinamica. Il riciclaggio non trasforma il sistema economico in un sistema chiuso perché soltanto una parte dei rifiuti può essere riciclata. Inoltre, una parte dell'energia si disperde e si trasforma in modo irreversibile ( entropia ). Questa legge della fisica si applicata anche al sistema economico circolare. Uno degli autori più attivi a dibattere l'entropia economica è l'economista Nicholas Georgescu-Roegen.

Pertanto, l'attività economica crea inevitabilmente inquinamento, rifiuti e sfruttamento delle risorse naturali.

Lo scopo dell'economia dell'ambiente è la gestione ottimale e sostenibile delle risorse.

https://www.okpedia.it/economia_dell_ambiente



faq

  1. Cosa studia l'economia ambientale? L'economia ambientale studia l'utilizzo delle risorse ambientali e le conseguenze delle attività economiche sull'ambiente, utilizzando i principi e le regole della scienza economica.
  2. L'economia dell'ambiente è un'economia alternativa a quella tradizionale? No, in quanto l'economia dell'ambiente utilizza generalmente gli stessi strumenti dell'economia politica, della teoria economica tradizionale e, in particolar modo, della scuola neoclassica. Non si tratta, pertanto, di una nuova teoria economica o di un nuovo paradigma del pensiero economico, bensì di un'estensione della teoria economica tradizionale ai problemi ambientali.
  3. Quali sono le tre funzioni economiche dell'ambiente? L'ambiente fornisce le risorse naturali per i processi di produzione (1) e utilità diretta alle persone come bene estetico (2), riceve e assimila i rifiuti del sistema economico (3).

Economia dell'ambiente


Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.