test di verificaDomanda
Cosa determina il mercato?



1 / 11 domande



Vuoi visualizzarlo sul tuo sito?

Mercato

Il mercato è la struttura che regola gli scambi delle merci e dei servizi. Consiste in un luogo fisico o virtuale in cui si incontrano i compratori (domanda) e i venditori (offerta) per dare luogo alle contrattazioni e agli scambi. È il luogo in cui si verificano gli scambi economici.

Ogni bene economico ha un proprio mercato in cui si incontra la domanda e l'offerta dello stesso.

Il funzionamento del mercato

Il mercato determina le seguenti variabili economiche:

  • Prezzo. Il prezzo di equilibrio del mercato, ossia il prezzo che consente di eguagliare la domanda e l'offerta di un bene economico/servizio.
  • Quantità. Le quantità fisiche scambiate del bene economico quando il mercato è in equilibrio. In equilibrio la quantità offerta e domandata coincidono.
    • La quantità offertà. È la quantità del bene/servizio venduta dall'offerente.
    • La quantità domandata. È la quantità del bene/servizio acquistata dall'acquirente.

il funzionamento del mercato

Nelle economie capitalistiche spetta al mercato il compito di coordinare le decisioni dei produttori e dei consumatori, definire prezzi e quantità di vendita e provvedere all'allocazione ottimale delle risorse tra le infinite combinazioni possibili.

Come si determina il prezzo di mercato

Nel libero mercato gli operatori economici interagiscono liberamente tra loro senza la presenza di alcun intermediario.

Il prezzo di mercato è determinato nel punto di incontro tra le decisioni di vendita ( offerta ) e di acquisto ( domanda ) degli operatori economici.

il prezzo di equilibrio del mercato

Il prezzo di equilibrio è il prezzo che eguaglia la quantità offerta e domandata del bene economico.

Questa situazione è anche detta equilibrio di mercato ( E ).

Mano invisibile di Adam Smith. Il funzionamento del mercato è stato ben espresso agli albori dell'economia politica con l'introduzione del concetto dalla "mano invisibile" di Adam Smith. Con questo termine l'autore indica quelle forze di mercato che spontaneamente conducono il mercato verso uno stato di equilibrio che avvantaggia tutti.

I regimi, forme o tipi di mercati

Le principali tipologie o regimi di mercato sono le seguenti:

  • Concorrenza di mercato. In un mercato concorrenziale operano molte imprese offrendo beni/servizi simili o equivalenti (offerta) per soddisfare la stessa domanda di mercato.
  • Concorrenza perfetta. In un mercato di concorrenza perfetta nessuna operatore economico può influenzare l'equilibrio del mercato con le proprie scelte. Il mercato è suddiviso in quote infinitesimali sia dal lato della domanda che dal lato dell'offerta.
  • Oligopolio. In un mercato oligopolistico operano poche grandi imprese dal lato dell'offerta di un determinato bene/servizio.
  • Monopolio. In un mercato monopolistico soltanto una impresa offre un determinato bene/servizio e non esistono beni sostituiti per soddisfare la medesima domanda di mercato.
  • Concorrenza monopolistica. Il mercato a concorrenza monopolistica ( o imperfetta ) è una forma di mercato intermedia tra il monopolio e la concorrenza perfetta.

L'interazione tra domanda e offerta di mercato è fortemente dipendente dalla tipologia del mercato.

L'equilibrio di mercato varia a seconda della forma di mercato.

https://www.okpedia.it/mercato



note


  • Mercato ( generico ). Quando si parla di mercato in senso generico, senza specificare il bene economico oggetto di scambio, ci si riferisce all'insieme dei mercati, all'andamento degli scambi nel tempo e/o al funzionamento generale del mercato in un determinato sistema economico.
  • Mercato virtuale / fisico. Il mercato è un luogo in cui avvengono gli scambi ma non necessariamente deve essere un luogo fisico nello spazio. Le moderne tecnologie ( telematica, informatica, telefono, telecomunicazioni, ecc. ) consentono ai soggetti economici ( scambisti ) di effettuare gli scambi anche a distanza. In questo secondo caso il mercato è virtuale e non è associato a un luogo fisico reale.
  • Prezzo di equilibrio. Il prezzo di equilibrio è il prezzo che si forma tramite l'incontro della domanda con l'offerta. È un concetto particolarmente legato al regime di concorrenza perfetta. In un mercato di concorrenza perfetta e di libero mercato nessun soggetto è in grado di influenzare il prezzo. Tutti gli scambisti, sia chi domanda che chi offre un bene, sono price-taker. È il mercato ha determinare il prezzo di equilibrio di una merce. Nei mercati non concorrenziali ( monopolio, oligopolio, ecc. ), invece, il prezzo di mercato è influenzato anche dagli scambisti.
  • Merce. La merce è qualsiasi bene economico che può essere oggetto dello scambio.

Mercato

Equilibrio

Forme di mercato

Concentrazione del mercato