OKPEDIA ANTICO EGITTO

Regno medio di Egitto

Il regno medio di Egitto è un periodo storico dell'antico Egitto compreso tra l'ascesa al potere di nobili di Tebe (2050 a.C.) fino alla cacciata degli Hykos dal territorio egiziano (1580 a.C.). E' un periodo di alterna fortuna conosciuto anche come "primo periodo tebano". I faraoni tebani salgono al potere e riescono a risollevare l'Egitto dallo stato di decadenza in cui versava. Dopo la crisi dell’Antico Regno, causata dagli abusi dei governatori delle varie province, l’opera dei sovrani tebani riporta l’Egitto all’antico splendore. La capitale dell'Egitto viene spostata a Tebe. A contribuire maggiormente alla rinascita egiziana sono i faraoni della XII dinastia. Sotto la loro guida l'Egitto estende i propri territori sulla Nubia e sulla Palestina, fino a condurre campagne di conquista in Asia Minore. La conquista delle miniere d'oro in Nubia contribuisce ad accrescere la ricchezza nel paese e consente di finanziare le opere di bonifica dei terreni. La fase di massimo splendore del Medio Regno dura fino al 1730 a.C. quando l'Egitto subisce l'invasione del popolo asiatico degli Hykos. Gli Hykos, un popolo di origine semitica, conquistano gran parte del territorio egiziano e si stanziano stabilmente nella regione del delta del Nilo. Soltanto nel 1580 a.C. i faraoni egiziani riescono a liberare e riconquistare tutto il paese.

https://www.okpedia.it/regno_medio_egitto


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Storia antico Egitto