OKPEDIA ANTICO EGITTO

Caduta civiltÓ egizia

La civiltà egizia si conclude con l’invasione persiana del 525 a.C. ad opera di Cambise che trasforma il territorio dell'antico Egitto in una semplice provincia dell'impero persiano. Successivamente l'Egitto passa sotto il dominio del macedone Alessandro Magno che vi introduce la cultura ellenistica. Alla sua morte l'Egitto torna ad essere una sovranità indipendente sotto Tolomeo Lago, fondatore della dinastia Tolemaica. La dinastia regna per quasi tre secoli fino al 31 a.C. quando il territorio viene conquistato dai romani e successivamente trasformato in una provincia dell'impero romano. L'evento storico che segna la fine dell'indipendenza dell'Egitto è la battaglia di Azio del 31 a.C. dove le truppe di Antonio al fianco di quelle del regno di Cleopatra VII sono sconfitte dalle truppe romane di Ottaviano. Con la romanizzazione dell'Egitto termina la civiltà egizia. Nel VII secolo l’Egitto viene invaso dagli arabi diventando parte della civilizzazione islamica.

https://www.okpedia.it/caduta_civilta_egizia


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Storia antico Egitto