Stagionatura legno

La stagionatura del legno è una operazione del processo di lavorazione del legno. Il legno contiene una grande quantità di acqua, il suo peso umido può arrivare anche a 3/4 del peso del legno. Prima del processo di stagionatura e di essiccamento è quindi impossibile utilizzare il legno come materiale da lavoro, in quanto il volume del legno è destinato a ridursi per effetto dell'evaporazione e della circolazione dell'acqua. La stagionatura e l'essiccamento consentono di ridurre il peso umido e il tasso di umidità del legno. Il processo di stagionatura del legno segue l'operazione di taglio e anticipa quella di rifinitura del legno. Esistono due forme di stagionatura e di essiccamento del legno.

  • Stagionatura naturale del legno. Dopo il primo taglio le tavole di legno sono accatastate in un luogo all'aperto, purché al riparo dalle intemperie, per far asciugare e stagionare il legno. La stagionatura naturale può avvenire soltanto in alcuni periodi dell'anno. Inoltre, il processo richiede molto tempo ed è fortemente dipendente dal luogo e dalle modalità di accatastamento del legno sul terreno.
  • Stagionatura artificiale del legno. In alternativa, è possibile accelerare il processo di stagionatura del legno al chiuso in appositi forni. Il processo è più rapido ma rischia di rovinare la qualità del legno.

https://www.okpedia.it/stagionatura_legno



Strumenti

Parti dell'albero