Legname

Il legname è un materiale ottenuto dalla legna. È utilizzato nelle attività di costruzione o di lavorazione dei prodotti. Il legname è anche conosciuto come legna da lavoro. Per la produzione del legname si utilizza quasi esclusivamente il tronco dell'albero previa esportazione dei rami e della corteccia e di un processo di lavorazione del legno ( stagionatura, essiccamento, taglio, rifinitura, ecc. ). Il legname si presenta in pezzi semilavorati di varie dimensioni e forme: travi, pali, stanghe, tavole, piallacci, pannelli, ecc. Esistono diverse tipologie di legnami, ognuno dei quali è caratterizzato da specifiche proprietà fisiche e impieghi. Le principali proprietà di un legname sono le seguenti:

  • Assorbimento e dilatazione. I legnami sono caratterizzati dalla loro capacità di assorbire l'umidità. Si misura la dilatazione e la contrazione ( o ritiro ) del legname. La dilatazione del legname è la capacità del legno di assorbire l'umidità. La contrazione è la capacità del legno di perdere l'umidità.
  • Colore. Il colore del legname è una delle proprietà più importanti per l'impiego finale.
  • Durezza. In base alla durezza i legnami sono suddivisi in legni duri ( forti ) e legni dolci ( teneri ). Esempi di legni duri sono il noce e l'olmo. Esempi di legni dolci sono il pioppo e l'abete.
  • Flessibilità. La flessibilità misura la capacità del legname di incurvarsi senza rompersi. I legnami verdi sono caratterizzati da maggiore flessibilità rispetto agli altri. Anche il legname bagnato presenta una maggiore flessibilità rispetto a quello secco o asciutto.
  • Massa volumica. La massa volumica di un legname è misurata nel rapporto tra il peso (kg) e il volume (dm3) occupato. La massa volumica varia a seconda del tipo di legname e del grado di umidità del legno.
  • Nodi. Il numero dei nodi presenti nel legno influisce sulle possibilità di lavorazione e sugli impieghi finali del legname. I nodi del legno derivano dall'intersezione dei rami nel tronco dell'albero Spesso i nodi possono rendere più difficoltosa la lavorazione in quanto riducono la resistenza del legname. A volte, soprattutto nelle lavorazioni artigianali, i nodi del legno possono essere anche utilizzati per creare degli effetti decorativi del legname.
  • Resistenza. La resistenza misura la capacità del legname di sopportare le sollecitazioni esterne. La resistenza del legname viene misurata per ogni singola tipologia di sollecitazion ( trazione, compressione, flessione ). Il legno viene sollecitato nelle diverse direzioni ( assiale, tangenziale e radiale ) fino a causarne la rottura. Generalmente il legname mostra una maggiore resistenza nei confronti delle sollecitazioni in direzione assiale.
  • Tessitura. La tessitura del legname è determinata dalle dimensioni delle cellule che costituiscono il tessuto del legno.
  • Venatura. La venatura del legname è determinata dall'alternanza delle zone di accrescimento primaverile e invernale del legno.

https://www.okpedia.it/legname


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Strumenti

Parti dell'albero