Imprenditore occulto

L'imprenditore occulto è colui che non agisce personalmente ma esercita il proprio potere sull'attività di impresa tramite terzi prestanome in genere nullatenenti. Il criterio in base al quale si può identificare la figura dell'imprenditore occulto è la spendita del nome. Talvolta l'imprenditore esercita la propria attività d'impresa non personalmente bensì con un soggetto prestanome. Questa pratica consente all'imprenditore occulto di aggirare eventuali divieti di legge nei suoi confronti ed evitare le conseguenze del fallimento d'impresa e la rivalsa dei creditori.

Mandato senza rappresentanza. In questi casi la direzione d'impresa è esercitata comunque dall'imprenditore occulto ( dominus ) che, tramite il prestanome, prende le decisioni d'impresa senza assumere il rischio nei confronti delle obbligazioni stipulate dall'impresa con i soggetti terzi creditori. Tra l'imprenditore occulto e l'imprenditore apparente sussiste un rapporto basato su un contratto di mandato senza rappresentanza in cui l'imprenditore occulto è il mandante e l'imprenditore apparente è il mandatario.

Responsabilità imprenditore occulto. I creditori del mandatario non si possono soddisfare sui beni del mandante anche se sono a conoscenza del legame tra l'imprenditore apparente e quello occulto. Pertanto l'imprenditore occulto non risponde delle azioni dell'imprenditore apparente. Secondo una parte della giurisprudenza anche sull'imprenditore occulto dovrebbe cadere la responsabilità d'impresa ( teoria dell'imprenditore occulto ). La teoria giuridica non ha, tuttavia, portato alla produzione di norme giuridiche specifiche. In Italia la questione è stata di recente affrontata dal legislatore nel D.Lgs. 5/2006 sulla riforma delle procedure concorsuali.

https://www.okpedia.it/imprenditore_occulto


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina