Conoscenza di base

La conoscenza di base in un agente razionale è l'insieme di regole fondamentali (o di conoscenza) che il progettista inserisce nel sistema. La programmazione della conoscenza di base è utile all'inizio del processo di apprendimento per evitare che l'agente, privo di esperienza, si esponga a rischi inutili. Ad esempio, un robot aspirapolvere deve saper riconoscere ed evitare un dislivello (es. scale) anche senza aver maturato una specifica esperienza a riguardo.

Istinto e conoscenza di base. Va sottolineato che determinate esperienze negative possono essere letali tanto per gli agenti umani (uomini) che per gli agenti razionali (robot). Negli organismi viventi le conoscenze di base sono tramandate alla nascita tramite i comportamenti istintivi (es. paura del fuoco) ed hanno lo stesso scopo: consentire all'agente di superare l'iniziale fase di inesperienza, evitare i principali rischi dell'ambiente e sopravvivere fino alla fase successiva di apprendimento quando impara ad adattarsi all'ambiente.

Autonomia agente razionale. Nel caso degli agenti razionali l'inesperienza è dovuta alla sequenza percettiva scarsa. L'introduzione della conoscenza di base compensa questo handicap iniziale. Tuttavia, il progettista deve tenere in conto due aspetti per non minare l'autonomia dell'agente razionale:

  • Poche regole importanti. La conoscenza di base deve essere limitata a poche e importanti regole di base. Una eccessiva programmazione iniziale potrebbe ostacolare il processo di apprendimento dell'agente razionale.
  • Regole confutabili con l'esperienza. La conoscenza di base deve essere, almeno in parte, modificabile da parte dell'agente razionale sulla base dell'esperienza maturata. Ciò, ovviamente, non vuol dire eliminare le tre leggi della robotica di Asimov, ma semplicemente consentire al robot di correggere nel corso del tempo alcuni comportamenti predefiniti dal progettista.

La conoscenza di base (o conoscenza pregressa) limitata a poche importanti direttive permette all'agente razionale di agire in autonomia, cercando il modo migliore per raggiungere l'obiettivo finale per cui è stato programmato, senza subire l'eccessivo condizionamento della programmazione iniziale. Alcune direttive devono, inoltre, essere modificabili per consentire all'agente razionale di correggere gli eventuali errori della conoscenza di base e di costruire una strategia più efficace.

https://www.okpedia.it/conoscenza_di_base




Agente razionale