Calcolo pensione contributiva

Come calcolare la pensione con il metodo contributivo. Il sistema contributivo, introdotto in Italia con la legge 335 del 1995, si basa su due concetti chiave: il montante individuale e il coefficiente di trasformazione. La pensione annuale lorda del lavoratore è determinata dalla moltiplicazione del montante individuale con il relativo coefficiente di pensionamento. Indicativamente la formula di calcolo della pensione lorda con il metodo contributivo è la seguente:

CALCOLO PENSIONE METODO CONTRIBUTIVO

Per comprendere il metodo di calcolo utilizzato per determinare una pensione contributiva, ossia una pensione con il metodo contributivo, è necessario descrivere e approfondire la conoscenza del montante individuale e del coefficiente di trasformazione:

  • Montante contributivo individuale. Il montante individuale è la somma dei contributi accantonati dal lavoratore nella sua vita lavorativa. Il montante individuale viene alimentato ogni anno, a partire dal 1996, con un accantonamento di contributi pari ad una aliquota di computo del 33% per i lavoratori dipendenti e del 20% per i coltivatori diretti, gli artigiani e i commercianti (dato 2008). Il montante individuale viene rivalutato al 31 dicembre di ogni anno su base composta, eccezion fatta per la contribuzione dello stesso anno, al tasso di capitalizzazione pari alla variazione media del PIL nominale negli ultimi cinque anni.
  • Coefficiente di trasformazione. Il coefficiente di trasformazione è il parametro applicato sul montante individuale per il calcolo della pensione annuale. Il coefficiente è variabile sulla base dell'età dell'assicurato e della speranza di vita al momento del pensionamento. Ad esempio, nel 2008 il coefficiente di trasformazione per chi va in pensione a 65 anni è pari al 5,62%. Il coefficiente di trasformazione è in relazione alla età del lavoratore. È quindi più basso quanto più si anticipa l'entrata del lavoratore in pensione.

Ad esempio, sulla base delle normative vigenti nel 2008 un lavoratore che si ritira a 65 anni di età con un montante individuale contributivo di 100.000 euro, contributi versati nel corso della sua vita lavorativa e annualmente rivalutati, ha una pensione lorda di 5.620 euro. Questo risultato è ottenuto moltiplicando il montante individuale contributivo, pari a 100.000 euro, per il coefficiente di trasformazione applicato ai lavoratori che entrano in pensione a 65 anni con il sistema contributivo, ossia 5,62% (100.000 euro x 5,62% = 5.620 euro pensione lorda annuale).

PENSIONE METODO CONTRIBUTIVO

L'esempio di calcolo della pensione contributiva è indicativo, non tiene conto di eventuali imposte o aggiustamenti normativi di calcolo, e prende in considerazione esclusivamente il calcolo della pensione mediante il metodo contributivo. I coefficienti di trasformazione sono rivisti ogni anno sulla base della speranza di vita, per il calcolo sono presi in considerazione quelli relativi alla data della domanda di pensionamento del lavoratore ( okpedia ).

condividi
 
 
commenti