Samuel Mountifort Longfield

Samuel Mountifort Longfield è un economista e giurista irlandese del XIX secolo. Nasce a Dublino nel 1802. Svolge diverse analisi sul lavoro, la natura del capitale e la distribuzione del reddito. Nella storia del pensiero economico è collocato tra gli economisti classici della reazione anti-ricardiana, per il suo rifiuto della teoria del valore di Ricardo. Longfield è anche considerato uno dei precursori della teoria neoclassica. Muore a Dublino nel 1884.

La teoria del valore di Longfield

Secondo Longfield il valore è determinato dall'utilità della merce, dal lato della domanda, e non dal costo lavoro necessario per produrla.

La teoria del capitale

Secondo Longfield l'origine del profitto dipende dalla produttività del capitale. L'economista propone una teoria oggettiva e tecnologica del profitto.

L'impiego del capitale nel processo produttivo produce un incremento della produttività dei lavoratori ( efficienza produttiva ) e ciò giustifica l'esistenza del profitto come reddito legittimo ( non residuale ) del capitalista.

Come tutti gli anti-ricardiani di impostazione classica anche Longfield rifiuta l'idea di Ricardo del profitto come grandezza residuale.

Nota. La teoria oggettiva-tecnologica del capitale di Longfield si distingue anche da quella degli altri anti-ricardiani come Senior che, invece, vedono l'origine del profitto nell'astinenza e nel sacrificio del capitaliste ( teorie soggettive del profitto non residuale ).

L'utilità marginale e le anticipazioni della teoria neoclassica

In diversi scritti Longfield anticipa il pensiero neoclassico sulla teoria del capitale. Molti suoi contributi sono riscoperti dagli economisti neoclassici dopo il 1900.

La sua teoria del capitale e dell'interesse è alla base della futura Scuola austriaca.

L'economista irlandese intuisce l'esistenza di un meccanismo che influisce sull'intensità della domanda, e quindi sui prezzi, avvicinandosi al concetto di utilità marginale decrescente e al marginalismo neoclassico.

La teoria del commercio internazionale

Longfield contribuisce allo sviluppo della teoria moderna del commercio internazionale, introducendo il principio della proporzione dei fattori. Questo principio sarà successivamente ripreso da Ohlin.

Le opere di Longfield

  1. Lezioni di economia politica ( 1834 )
  2. Tre lezioni sul commercio e una sull'assenteismo ( 1835 )

https://www.okpedia.it/samuel-mountifort-longfield


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


  1. David Ricardo
  2. la teoria della rendita differenziale
  3. la critica di Ricardo alle leggi sul grano
  4. la divisione per classi della società
  5. la teoria della distribuzione
  6. la teoria del valore
  7. la teoria del salario
  8. l'equivalenza ricardiana tra imposte e debito pubblico
  9. il debito pubblico secondo Ricardo
  10. le critiche al teorema dell'equivalenza
  11. le differenze di pensiero tra Ricardo e Malthus
  12. la legge di Say e le macchine secondo Ricardo
  13. gli economisti ricardiani ( il ricardismo )
  14. la reazione antiricardiana