La divisione per classi della societÓ secondo Ricardo

L'economista David Ricardo accetta il modello classico della divisione per classi della società. La società inglese viene suddivisa in tre distinte classi socio-economiche aventi ognuna degli scopi e delle funzioni differenti: i proprietari terrieri, i capitalisti-imprenditori e i lavoratori.

I proprietari terrieri

Sono i proprietari del fattore terra. Non partecipano attivamente al processo produttivo del sistema economico nazionale ma soltanto a quello distributivo. I proprietari terrieri cedono la terra in affitto agli imprenditori-capitalisti e dalla terra percepiscono una rendita economica.

Le terre disponibili non sono tutte uguali e non hanno tutte lo stesso livello di fertilità. Le terre più fertili sono le più domandate e da queste i proprietari richiedono il pagamento di una rendita differenziale più alta rispetto agli altri ( teoria della rendita differenziale ). Le terre più fertili sono le prime a essere messe a coltura. Con la crescita demografica seguono le altre, in funzione della produttività marginale della terra stessa.

Pur avendo una ricchezza, secondo Ricardo i proprietari terrieri non sono hanno una grande propensione al risparmio. Al contrario, nella teoria economica di Ricardo spendono l'intera rendita per acquistare beni di consumo e servizi personali.

I capitalisti

I capitalisti-imprenditori organizzano la produzione e investono il capitale nei processi produttivi. Prendono in affitto la terra, acquistano il capitale e assumono i lavoratori.

Dall'attività produttiva percepiscono il profitto come grandezza residuale determinata dalla differenza tra i ricavi ottenuti dalla vendita delle merci e i costi economici iniziali anticipati per produrle.

Dovendo continuamente anticipare e investire nel ciclo produttivo successivo, i capitalisti sono l'unica classe sociale a risparmiare. L'intero profitto viene destinato al risparmio e agli investimenti. Pertanto, secondo Ricardo, è la classe sociale da cui dipende l'accumulazione di capitale e lo sviluppo economico della nazione.

I lavoratori

Il loro ruolo nella società è essenzialmente quello di manodopera. Non possiedono alcuna proprietà e per vivere devono offrire il proprio lavoro ai capitalisti e ai proprietari terrieri, dai quali percepiscono un salario reale di sussistenza, sufficiente per la sopravvivenza e la riproduzione della loro famiglia.

Avendo un salario di sussistenza, i lavoratori possono soltanto acquistare i beni di consumo di stretta necessità e non possono risparmiare. Partecipano al processo produttivo come forza lavoro ma, non avendo alcun risparmio, non partecipano al processo di accumulazione.

https://www.okpedia.it/la-divisione-per-classi-della-societa-secondo-ricardo


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


  1. David Ricardo
  2. la teoria della rendita differenziale
  3. la critica di Ricardo alle leggi sul grano
  4. la divisione per classi della società
  5. la teoria della distribuzione
  6. la teoria del valore
  7. la teoria del salario
  8. l'equivalenza ricardiana tra imposte e debito pubblico
  9. il debito pubblico secondo Ricardo
  10. le critiche al teorema dell'equivalenza
  11. le differenze di pensiero tra Ricardo e Malthus
  12. la legge di Say e le macchine secondo Ricardo
  13. gli economisti ricardiani ( il ricardismo )
  14. la reazione antiricardiana