OKPEDIA OFFERTA

Spostamento della curva di offerta

Gli spostamenti della curva di offerta sono traslazioni della funzione di offerta sul diagramma cartesiano. La curva di offerta si sposta verso destra o verso sinistra.

Lo spostamento della curva di offerta si verifica quando la quantità offerta del bene varia a ciascun livello di prezzo.

L'espansione e la contrazione dell'offerta

Generalmente, una riduzione dei costi di produzione sposta la curva di offerta verso destra, mentre un incremento dei costi di produzione la sposta verso sinistra.

  • Espansione dell'offerta. La curva di offerta si espande in presenza di un'innovazione tecnologica di processo consente di aumentare la produttività dei macchinari, riducendo i costi di produzione. Ciò si traduce in una traslazione della curva di offerta verso destra. La riduzione dei costi di produzione consente all'impresa di produrre una maggiore quantità di prodotto (Q) a parità di prezzo.
    CONTRAZIONE DELLA CURVA DI OFFERTA

    Lo stesso effetto viene generato dall'introduzione di agevolazioni e sgravi fiscali o dalla riduzione delle imposte sulla produzione, in entrambi i casi si verifica una riduzione dei costi di produzione. Anche la riduzione del costo del lavoro o del costo denaro si traduce in una riduzione dei costi di produzione e, pertanto, in uno spostamento verso destra della curva di offerta.

  • Contrazione dell'offerta. La curva di offerta si sposta verso sinistra quando si verifica l'evento opposto. Quando il costo di produzione aumenta e il prezzo di vendita (p) dello stesso resta invariato, l'impresa riduce la quantità di produzione. In questo caso la curva di offerta si sposta verso sinistra.

CONTRAZIONE DELLA CURVA DI OFFERTA

Le cause della traslazione dell'offerta

Le cause possono essere diverse.

La traslazione della curva di offerta può accadere nelle seguenti circostanze:

  1. Variazione del costo di un fattore di produzione. Se aumenta il costo di un fattore produttivo ( es. lavoro, materia prima, energia, ecc. ) l'impresa riduce la quantità offerta del bene a ciascun livello di prezzo. E viceversa.
  2. Variazione del prezzo di un bene alternativo. Se un'impresa produce due beni A e B, l'aumento del prezzo del bene B implica la riduzione di offerta del bene A, perché l'azienda destina maggiori risorse e input alla produzione del bene B. E viceversa.
  3. Variazione attesa del prezzo del bene, Se l'azienda prevede un aumento futuro (t+1) del prezzo del bene, aumenta l'offerta nell'istante t per adeguarla alle possibili condizioni future.

La variazione dell'equilibrio di mercato

Gli spostamenti della curva di offerta modificano indirettamente l'equilibrio di mercato.

L'effetto finale sul prezzo (p) e sulle quantità della produzione (q) è determinato dal mercato.

L'equilibrio non è determinato soltanto dalla posizione della curva di offerta ma anche dalle condizioni della domanda.

equilibrio di mercato dopo lo spostamento dell'offerta

E' quindi necessario considerare anche la curva di domanda del bene.

Esempio: la domanda rigida

Nel caso di una domanda rigida ( curva di domanda verticale) un'espansione di produzione (+ΔQ) si traduce in una riduzione del prezzo di mercato (-ΔP).

il caso di una domanda rigida

L'equilibrio di mercato passa da E a E'.

Esempio: la domanda elastica

Nel caso di una domanda perfettamente elastica ( curva di domanda orizzontale ), l'espansione della produzione (+ΔQ) non modifica il prezzo di mercato (p) ma soltanto la quantità scambiata (q') del bene economico.

il caso dello spostamento dell'offerta nel caso della domanda elastica

L'equilibrio di mercato passa da E a E'.

https://www.okpedia.it/spostamento_della_curva_di_offerta



Offerta


Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.