test di verificaDomanda
A quale categoria di software appartengono Windows, Linux e Android?



1 / 9 domande



Vuoi visualizzarlo sul tuo sito?

Il software

Un software è un programma informatico in grado di eseguire una sequenza logica di comandi in un computer o in un qualsiasi macchina e dispositivo elettronico programmabile. È sviluppato dai programmatori utilizzando degli appositi linguaggi informatici detti linguaggi di programmazione ( es. C, python, java, ecc. ). Possono essere interpretati dalle macchine oppure richiedere la compilazione in linguaggio macchina.

Cosa significa software? La parola software nasce per contrapposizione all'hardware. L'hardware indica i componenti "pesanti" ( hard ) del computer, tutto ciò che è fisico e può essere toccato con mano ( es. il monitor, la tastiera, il processore, il dvd-rom, il disco, fisso, ecc. ). Il software invece indica gli elementi "leggeri" ( soft ) che non possono essere toccati perché sono virtuali e logici, come un programma scritto in un dvd-rom o sul disco fisso del pc.
la differenza tra hardware e software

Le tipologie di software

La categoria del software si divide principalmente in software di base o di sistema ( sistemi operativi ) e software applicativi. I sistemi operativi creano l’ambiente di base per far funzionare i software applicativi.

I software applicativi, invece sono programmi sviluppati per eseguire compiti specifici.

le categorie dei software

Le categorie funzionali dei software

È possibile distinguere i software anche sulla base della funzione che svolgono.

  • Sistemi Operativi. Sono software di base il cui compito consiste nel funzionamento generale di un computer. Il sistema operativo è esterno alla macchina. Sono anche detti software di sistema. Esempi di s.o. sono Windows, Linux, iOS, ecc.

    Nota. Uno stesso computer ( es. PC ) potrebbe funzionare utilizzando sistemi operativi diversi ( es. Windows o Linux ).

  • Firmware. È un software integrato nei dispositivi elettronici da parte del produttore del componente hardware. Viene caricato in memoria all'accensione del dispositivo (periferica, computer, ecc.) e normalmente non è modificabile dall'utente.
  • Applicativi. Sono programmi informatici specializzati a compiere determinati lavori, operazioni e funzioni. Ad esempio, il software per scrivere sul computer è un applicativo detto wordprocessor, i programmi per l'ufficio , di videoscrittura, i fogli di calcolo, di grafica, di montaggio video, ecc.
  • Videogiochi. I videogames sono programmi e applicazioni destinate a finalità ludiche. Spesso sono considerati parte degli applicativi perché sono sviluppati usando gli stessi linguaggi di programmazione. Su okpedia sono considerati come categoria a se stante perché soddisfano bisogni ed esigenze diverse dell'utente.
  • Driver. I driver sono procedure che consentono di far funzionare un determinato componente hardware o periferica ( es. stampante, scanner, ecc. ). Senza la presenza del driver il sistema operativo non sarebbe in grado di comandare il corretto funzionamento del dispositivo.

Il funzionamento del software

Il software è il prodotto finito di un processo di development.

Consiste in un codice scritto utilizzando uno dei linguaggi di programmazione ( es. C, Java, ecc. ) che può essere eseguito su un computer in un particolare ambiente ossia sistema operativo.

Nota. Un software sviluppato per funzionare su un particolare sistema operativo non funziona anche sugli altri. Ad esempio, un software eseguibile su Windows, non è eseguibile su Linux . E viceversa.

Il codice sorgente del programma contiene un algoritmo di istruzioni e comandi operativi da eseguire.

esempio di algoritmo rappresentato con un diagramma di flusso su okpedia, su pseudocodice e codice di programmazione in linguaggio C

L'esecuzione del programma dipende dalla tipologia del linguaggio di programmazione ( interpretato o compilato ).

  • Linguaggio interpretato. Il codice sorgente delle istruzioni del programma viene scritto su un file di testo che viene letto ed eseguito dal computer tramite un apposito software interprete. L'interpretazione si svolge ogni volta che il programma viene eseguito. Quindi, l'esecuzione del programma è più lenta.
  • Linguaggio compilato. Il codice sorgente del programma viene trasformato in linguaggio macchina ( file oggetto o eseguibile ) dal programmatore tramite un software compilatore. Il computer esegue direttamente il file compilato. La compilazione avviene una sola volta per creare l'oggetto eseguibile.

    Qual è la differenza tra programmi interpretati e compilati? Essendo già trasformati in linguaggio macchina, i programmi compilati sono più veloci nell'esecuzione, perché il computer non deve trasformare le istruzioni del codice sorgente in linguaggio macchina ma le esegue direttamente.

la differenza tra programmi compilati e interpretati

La storia del software

L'idea del software nasce con l'invenzione delle prime macchine programmabili nella storia.

La macchina non viene più costruita per svolgere specifiche funzioni, ma può essere programmata a svolgerne diverse tramite l'inserimento di un programma dall'esterno.

Nota. Il concetto di macchina programmabile nasce nel XIX secolo. Viene realizzato inizialmente con componenti meccaniche (fonte okpedia.it). Nel XX secolo è applicato anche ai dispositivi elettronici, tra i quali c'è anche il computer.

Negli anni '50 e '60 i programmi sono immessi nei grandi elaboratori elettronici ( mainframe ) tramite le schede perforate e nastri magnetici.

un esempio di scheda perforata

Negli anni '70' i software conoscono una fase di rapida diffusione con la commercializzazione a basso costo dei primi microcomputer programmabili di piccole dimensioni.

Il settore decolla definitivamente negli anni '80 con i personal computer (PC) negli uffici e gli home computer nelle case, diventando uno dei principali mercati mondiali con importanza almeno pari a quella dei produttori di hardware.

esempio di cd-rom e dvd-romNota. In questi anni cambiano radicalmente i supporti hardware di memoria dove registrare i software. I programmi sono registrati nelle memorie di massa interne al computer ( hard disk ) e su memorie esterne di piccole dimensioni ( floppy disk, cd-rom, ecc. ). Alla registrazione magnetica si affianca quella con la tecnologia laser. I nuovi supporti di memoria sono molto più piccoli e possono contenere molti più dati rispetto al passato. Le schede perforate e i vecchi nastri magnetici invece diventano obsoleti. Nasce anche la telematica ossia la trasmissione dei dati e dei programmi informatici a distanza tramite le telecomunicazioni.

Negli anni '80 e '90 sono sviluppati anche i primi sistemi operativi ( dos, Windows, Linux, ecc. ) e i software applicativi d'uso comune ( wordprocessor, spreadsheet, office automation, ecc. )

Oggi i software sono una componente indispensabile nel mondo dell'informatica.

https://www.okpedia.it/software





home

Software

FAQ