Nastro perforato

Il nastro perforato è un supporto di memoria secondaria degli elaboratori elettronici. Consiste in un nastro di carta utilizzato per registrare dati e informazioni tramite fori, in modo simile a quanto accade nelle schede perforate. Il nastro perforato è uno dei primi supporti di archiviazione dei dati e dei programmi informatici nella storia dell'informatica. Le perforazioni del nastro in determinate posizioni consentono di codificare un'informazione. Il nastro perforato è utilizzato, sia come supporto di input dei dati che di output dei risultati di calcolo, nei primi elaboratori elettronici e nelle telescriventi.

NASTRO PERFORATO

Le informazioni sono codificate sulla base di un codice di riferimento. Ad esempio, nelle telescriventi le perforazioni si basano sul codice Baudot a 5 bit. Nei primi elaboratori elettronici, invece, si utilizzano nastri perforati a 8 piste ( 8 bit ). L'uso dei nastri perforati nell'informatica si ispira ai primi utilizzi dei supporti meccanici a nastro nelle prime macchine del XVIII secolo e, in particolar modo, del telegrafo nel XIX secolo e delle macchine di Alexander Bain e di Charles Wheatstone per trasmettere messaggi telegrafici in forma automatica.

https://www.okpedia.it/nastro_perforato



Memoria ( computer )