OKPEDIA RICERCA

Modello scientifico aristotelico

Il modello scientifico aristotelico deriva dalla visione del filosofo greco Aristotele e si basa sulla dicotomia tra la realtà osservata da parte dell'uomo e la realtà naturale delle cose. Nel paradigma aristotelico soltanto la realtà naturale ha valore di scienza. Il paradigma aristotelico viene scelto come paradigma scientifico nei secoli del medioevo in quanto consente di confermare e giustificare l'interpetazione della realtà tramite il dogma religioso su cui si regge il potere temporale degli stati feudali. In base alla visione aristotelica, la realtà naturale delle cose può essere spiegata soltanto dalla teologia e non può essere essere smentita o contestata nemmeno dall'evidenza empirica.

Contesto storico. La visione aristotelica risponde alle esigenze dell'uomo nell'antichità e nel medioevo. Il piccolo mondo antico in cui l'uomo vive è caratterizzato da confini limitati al mondo conosciuto e gran parte della natura resta disabitata. Gli uomini si concentrano in città, spesso isolate tra loro a causa delle enormi distanze o da rivalità locali. Gli scambi commerciali hanno prevalentemente natura locale, fatta eccezione che per pochi beni di lusso esotici destinati a pochi ( spezie, metalli preziosi, ecc. ). Nel corso del medioevo le città sono simili ad isole, ognuna con una propria realtà e cultura locale, e le vie di comunicazioni stradali ereditate dall'impero romano sono ormai pericolose o inutilizzabili. Nel medioevo, inoltre, il progresso tecnologico e scientifico è molto lento. In tale contesto la realtà appare all'uomo come eterna e immodificabile, originata dalla creazione divina e ben interpretata dal dogma religioso.

Decadenza della visione aristotelica. La visione aristotelica della scienza inizia a cadere in decadenza nel XV secolo con la scoperta del continente americano. I confini del piccolo mondo antico si ampliano a dismisura e l'uomo entra a diretto contatto con le civiltà precolombiane finora sconosciute. L'enorme ricchezza proveniente dal nuovo continente muta i rapporti politici ed economici nelle società europee a favore delle classi borghesi-mercantili. Il modello feudale ( vecchio ordine ) cade in oblio, incapace di adattarsi e di confrontarsi con la realtà delle nuove potenze finanziarie e mercantili. Lo stesso dogma religioso, su cui si fonda il mondo antico medievale, non è più in grado di spiegare la realtà di un mondo complesso ancora tutto da scoprire e da esplorare. Nel XV-XVI secolo il modello scientifico aristotelico viene sostituito dal modello scientifico di Galileo Galilei.

https://www.okpedia.it/modello_scientifico_aristotelico




Ricerca