test di verificaDomanda
In quale punto la derivata della funzione f(x) č maggiore di zero?
immagine del test



1 / 10 domande



Vuoi visualizzarlo sul tuo sito?

Derivata di una funzione

In matematica una funzione reale f(x) è derivabile in un punto x0 del suo dominio se esiste ed è finito il limite del rapporto incrementale della funzione al tendere a zero dell'incremento Δx della variabile indipendente.

la definizione della derivata di una funzione

Tale limite è detto derivata o funzione derivata di f(x) e si indica con f'(x).

La spiegazione della derivata

La nozione di derivata di una funzione viene affrontata per la prima volta dal matematico francese Fermat nel XVII secolo.

Fermat cerca di calcolare l'inclinazione ( coefficiente angolare ) della retta tangente nel punto x0 di una curva.

l'inclinazione ( coefficiente angolare ) di una retta tangente in un punto della curva

Per calcolare il coefficiente angolare della retta è sufficiente conoscere almeno due punti della retta ( es. A e B ).

per conoscere l'inclinazione della tangente occorre conoscere due punti della retta

Il rapporto incrementale tra i segmenti BC e AC determina il coefficiente angolare ossia l'inclinazione della retta tangente nel punto X0.

il rapporto incrementale BC / AC determina il coefficiente angolare ( inclinazione ) della retta

Perché si dice rapporto incrementale? Il rapporto tra i segmenti BC e AC è detto rapporto incrementale della retta perché misura il rapporto ΔY/ΔX ossia il tra l'incremento della variabile dipendente ΔY ( segmento BC ) e l'incremento della variabile indipendente ΔX ( segmento AC ).

Tuttavia, se si conosce un solo punto della retta tangente (X0) quest'ultimo procedimento di calcolo non è possibile.

Si può però calcolare il coefficiente angolare della retta tangente in X0 tramite il rapporto incrementale della funzione f(x).

Dato un qualsiasi incremento ΔX della variabile dipendente, si calcola il rapporto incrementale ΔY/ΔX della funzione f(x).

il rapporto incrementale della funzione

Si individua così una retta secante nei punti A e B con inclinazione ΔY/ΔX.

Facendo tendere a zero l'incremento ΔX, il coefficiente angolare della retta secante si avvicina progressivamente all'inclinazione della retta tangente nel punto X0.

 ll limite del rapporto incrementale tende al coefficiente angolare della retta tangente alla curva nel punto X0

Pertanto, il limite del rapporto incrementale della funzione f(x) per ΔX che tende a zero, eguaglia il coefficiente angolare della retta tangente alla curva nel punto X0.

la formula della derivata

In questo modo è possibile calcolare l'inclinazione della retta tangente alla curva nel punto X0 anche se si conosce un solo punto della retta.

la retta tangente ha un coefficiente angolare alfa

Il valore numerico del coefficiente angolare è uguale alla tangente trigonometrica dell'angolo α compreso tra la retta e l'asse delle ascisse (x).

Lo studio del segno della derivata in un punto. Dallo studio del segno della derivata di f(x) in un punto x0 si può capire facilmente se la funzione è crescente, decrescente o costante in quel punto. Se il numeratore ΔY del rapporto incrementale è un numero positivo, la funzione f(x) è sicuramente crescente. Se il numeratore ΔY è negativo, allora la funzione f(x) è sicuramente decrescente. Se ΔY è nullo, la funzione è costante.
lo studio del segno della derivata prima della funzione f(x)

Il differenziale

Quando gli incrementi ΔX e ΔY diventano infinitesimali sono indicati rispettivamente con la notazione dx e dy detta differenziale.

Pertanto, la derivata di una funzione può essere scritta nel seguente modo:

la notazione del calcolo differenziale

Lo studio degli incrementi infinitesimali è detto calcolo infinitesimale.

Nota. Se una funzione ammetta una derivata finita in un punto, in quel punto la funzione è sicuramente continua.

La funzione derivata

La funzione derivata è la funzione che, se esiste, associa a ogni punto x il valore della derivata della funzione primitiva f(x).

E' indicata con la notazione f'(x) oppure Df(x).

funzione derivata di f(x)

Nota. La derivata di una funzione f(x) è detta derivata prima f'(x). La derivata della funzione prima è detta derivata seconda ed è indicata con la notazione f"(x).

La derivata di ordine superiore

La derivata di ordine superiore è la derivata di una derivata.

Il processo di derivazione è sempre lo stesso ma si prende come funzione di partenza la funzione derivata f'(x).

Si dice derivata seconda la derivata di una derivata prima.

la notazione della derivata seconda

Esempio di calcolo della derivata seconda. Data una funzione f(x)=x2, la derivata prima è f'(x)=2x. La derivata seconda di f(x) è la derivata di f'(x) ossia f"(x)=2. Con lo stesso procedimento si può calcolare la derivata terza.
esempio di derivate di ordine superiore

Si dice derivata terza la derivata della derivata seconda.

la notazione della derivata terza

In modo analogo sono calcolate la derivata quarta, quinta e così via.

A cosa servono le derivate di ordine superiore? Le derivate di ordine superiori sono utili nello studio della funzione. Ad esempio, la derivata seconda consente di capire la concavità e la convessità della funzione.

https://www.okpedia.it/derivata




Le derivate

  1. Cos'è una derivata
  2. A cosa serve la derivata?
  3. Un esempio pratico
  4. Analisi e studio della funzione con le derivate
  5. Le derivate delle funzioni elementari
  6. Le derivate delle funzioni complesse ( o algebra delle derivate )
  7. Le operazioni con le derivate
  8. La regola di De L'Hôpital