Bisogni economici

I bisogni economici sono bisogni dell'uomo che possono essere soddisfatti in quantità limitata tramite i beni economici. I bisogni economici sono, pertanto, soltanto una parte dei bisogni umani. Ad esempio, il bisogno di respirare è un bisogno umano ma non è anche un bisogno economico poiché l'aria è un bene libero, disponibile in quantità illimitata e accessibile a tutti. Il bisogno di mangiare, viceversa, è un bisogno umano che può essere soddisfatto soltanto mediante l'acquisto di generi alimentari ( beni economici ).

La classificazione dei bisogni

I bisogni economici sono classificati per priorità di soddisfazione e per importanza:

  • Bisogni primari. I bisogni primari sono le prime esigenze dell'uomo ad essere soddisfatte. Fanno parte di questa classe i bisogni fisiologici dell'organismo ( alimentazione, sicurezza, protezione, riproduzione, ecc. ).
  • Bisogni secondari. I bisogni secondari sono le esigenze da cui deriva il miglioramento dello stile di vita dell'uomo. Sono detti "secondari" poiché sono soddisfatti soltanto dopo aver appagato quelli primari. Seguono quelli primari nella gerarchia dei bisogni. Fanno parte dei bisogni secondari il desiderio di viaggiare, la cultura, l'abbigliamento di moda, ecc.

i bisogni primari e secondari

I bisogni essenziali per la vita dell'uomo sono detti bisogni primari. I bisogni primari sono alla base dei bisogni economici ( Piramide di Maslow ) e sono soddisfatti prima degli altri. Sono beni primari il bisogno di mangiare, il bisogno di dormire al riparo dal freddo, ecc.

la piramide dei bisogni umani di Maslow

Sono, invece, bisogni secondari tutti quei bisogni che nascono soltanto dopo aver soddisfatto i bisogni primari. Sono bisogni primari l'ascolto della musica, la lettura di un libro, il cinema, ecc. Al soddisfare dei bisogni, nascono dei nuovi bisogni ancora da soddisfare.

I bisogni individuali, collettivi e pubblici

Se si considera il soggetto che percepisce il bisogno, questi possono essere classificati in:

  • Bisogni individuali. I bisogni individuali sono i bisogni economici della singola persona. Questi bisogni sono, in genere, soddisfatti tramite l'acquisto di beni economici sul mercato. Questa tipologia di bisogni è determinata dalle caratteristiche personali dell'individuo.
  • Bisogni collettivi. I bisogni collettivi sono i bisogni economici delle persone appartenenti a una collettività. Ad esempio, il bisogno di istruzione, il bisogno di sicurezza, ecc. Sono bisogni avvertiti dalle persone non più come singoli individui bensì come membri di una collettività organizzata ( società ). Fanno parte dei bisogni collettivi la giustizia e l'ordine pubblico.
  • Bisogni pubblici. I bisogni pubblici sono una specifica tipologia di bisogni collettivi. Sono detti bisogni pubblici quei bisogni collettivi soddisfatti mediante l'offerta di beni pubblici e servizi pubblici da parte dello Stato.

classificazione dei bisogni individuali, collettivi e pubblici

I bisogni economici nel tempo

Nel corso del tempo i bisogni possono essere classificati in:

  1. Bisogni presenti. Devono essere soddisfati subito. Ad esempio, la fame o la sete sono bisogni presenti.
  2. Bisogni futuri. Devono essere soddisfatti in futuro. Ad esempio, il bisogno di avere assistenza medica quando si è malati, oppure un reddito quando si è vecchi.

i bisogni presenti e futuri

I bisogni umani sono limitati o illimitati?

Non è possibile affermare con certezza se i bisogni siano limitati o illimitati. Osservando la storia del Novecento è però possibile affermare che il progresso e la crescita economica tendono a generare continuamente nuovi bisogni superiori (es. gadget tecnologici, elettronica di consumo, ecc.).

Le caratteristiche dei bisogni

Le principali caratteristiche dei bisogni economici sono le seguenti:

  • Bisogni illimitati. I bisogni economici sono illimitati in quanto non esiste un limite ai desideri umani. Questa caratteristica è detta illimitatezza dei bisogni. Se da un lato il progresso tecnologico consente di soddisfare i bisogni, dall'altro lo stesso progresso modifica le abitudini umane e contribuisce a creare nuove esigenze e nuovi bisogni da soddisfare.
  • Bisogni saziabili. I bisogni economici sono saziabili in quanto possono essere soddisfatti dall'uomo. Questa caratteristica è detta saziabilità dei bisogni. Ogni individuo compie le proprie scelte cercando di saziare i propri bisogni seguendo, in genere, un ordine di priorità e di importanza degli stessi ( piramide di Maslow ).
  • Bisogni risorgenti. I bisogni economici sono risorgenti in quanto non sono quasi mai soddisfatti in modo definitivo. Alcuni bisogni saziabili possono essere soddisfatti soltanto temporaneamente ( es. fame, sete, riposo, ecc. ) per poi ripresentarsi ciclicamente dopo un lasso di tempo. Questa caratteristica è detta risorgenza dei bisogni. La risorgenza dei bisogni è alla base dell'organizzazione economica e del comportamento dell'uomo.
  • Bisogni soggettivi. I bisogni economici sono soggettivi in quanto variano da persona a persona. Questa caratteristica è detta soggettività dei bisogni. Ciò che è importante per un individuo potrebbe non esserlo per un altro individuo e viceversa. I bisogni non sono mai oggettivi. Pur essendo soggettivi i bisogni possono comunque essere influenzati dall'esterno tramite la comunicazione, la pubblicità, la suggestione e l'ambiente
  • Bisogni variabili. I bisogni economici sono variabili in quanto la scala dei bisogni di una persona varia nel corso del tempo. Questa caratteristica è detta variabilità dei bisogni. Ciò che è importante in un momento per una persona potrebbe non esserlo col passare del tempo. Ad esempio, il bisogno di mangiare è prioritario dopo un periodo di digiuno ma non lo è più nelle ore che seguono il pasto.
  • Bisogni multipli. Ogni uomo prova contemporaneamente più bisogni da soddisfare. Ogni soggetto ordina i propri bisogni in base al grado di intensità e alla priorità di soddisfazione ( scala dei bisogni ). La scala dei bisogni non è sequenziale, la persona può anche soddisfare contemporaneamente diversi bisogni diversi, ed è fortemente variabile poiché è soggetta a modificarsi con la soddisfazione dei bisogni o con i cambiamenti dell'ambiente esterno.
  • Bisogni comparabili. I bisogni economici devono sempre essere comparabili tra loro. Ogni individuo deve sempre poter comparare i bisogni per elaborare una scala dei bisogni. La comparabilità dei bisogni è alla base della formazione delle preferenze dell'uomo ( preferenze del consumatore ). Dati due bisogni l'uomo deve essere in grado di esprimere una relazione di preferenza a favore di uno di essi oppure una relazione di indifferenza tra i due bisogni.

I bisogni nella teoria economica

Agli inizi del XIX secolo i primi economisti classici costruiscono la propria teoria economica ponendo al centro la produzione e gli aspetti oggettivi della produzione, trascurando gli aspetti soggettivi e i bisogni.

Soltanto con la scuola austriaca e con la scuola neoclassica gli economisti elaborano una teoria dei bisogni e dell'utilità. A partire dai primi decenni del Novecento la soddisfazione dei bisogni diventa sia il corpo centrale della teoria marginalista e sia l'obiettivo finale di ogni attività economica e di impresa.

Da questa nuova visione economico-teorica dei bisogni nascono nuove discipline applicate come, ad esempio, il marketing.

https://www.okpedia.it/bisogni_economici



note


Differenza tra domanda e bisogno. Il bisogno economico è un desiderio o una necessità della persona che può essere soddisfatto con l'acquisto di un bene economico. La domanda, invece, è la quantità di un bene/servizio economico che un individuo è disposto ad acquistare a un determinato prezzo. Quindi, il bisogno economico si trasforma in domanda soltanto se l'individuo è in grado di pagare il corrispettivo ( prezzo ) di mercato del bene economico che lo soddisfa.


Bisogni