OKPEDIA STORIA INFORMATICA

Storia informatica

Pur avendo origini nel XIX secolo, l'informatica nasce ufficialmente nel 1936 con il modello teorico di calcolo della macchina di Turing. Un altro importante contributo allo sviluppo della disciplina viene apportato dagli studi di J. von Neumann. L'etimologia italiana della parola "informatica" deriva dal francese 'information eletronique' o 'informatique'. Il termine è stato utilizzato nel 1962 dal francese Philippe Dreyfus. Da questa origine deriva anche il nome di elaboratori elettronici ('ordinateur' in francese). Con l'affermarsi delle case produttrici di personal e mini computer made in Usa, il termine elaboratori elettronici viene sostituito da quello inglese 'computer'. Una terminologia osteggiata in Francia per molti anni e soltanto di recente accettata come standard internazionale. Al contrario degli elaboratori elettronici, il termine 'computer science' non sembra aver sostituito la parola 'informatica' nel vocabolario italiano anche se, molto spesso, è utilizzato il termine inglese Information technology o semplicemente l'acronimo IT. Negli anni '50 e '60 l'informatica è applicata prevalentemente dagli enti governativi e dalle grandi aziende private tramite l'utilizzo dei mainframe. Si tratta perlopiu di grandi calcolatori a valvole caratterizzati da costi proibitivi e grandi dimensioni. Un mainframe degli anni '50-60 occupa una intera stanza. L'handicap del gigantismo dei primi calcolatori viene superato con le innovazioni registrate nel settore elettronico negli anni '60 con la diffusione dei circuiti integrati e dei microchip. Il mercato ristretto si amplia a partire dagli anni '70 con l'arrivo dei microcomputer basati sull'utilizzo dell'elettronica. Negli anni '70 il mercato dell'informatica si amplia con l'arrivo dei microcomputer. Grazie all'applicazione dei primi microprocessori queste macchine sono caratterizzate da bassi costi, piccole dimensioni ed elevata potenza di calcolo. In questi anni l'informatica inizia a separarsi in due: mercato dell'hardware e mercato del software. L'informatica si evolve ulteriormente negli anni '80 con gli home computer e i personal computer che entrano nelle case delle famiglie come qualsiasi altro elettrodomestico, chiudendo definitivamente l'era pionieristica dei calcolatori elettronici. I piccoli computer per uso individuale sono conosciuti con il nome di 'Personal Computer ' (o l'acronimo PC). Negli ultimi venti anni del '900 hanno ottenuto una diffusione su scala planetaria ed oggi sono presenti in quasi tutte le case dei paesi sviluppati. L'ultima importante rivoluzione dell'informatica consiste nella diffusione della rete internet a partire dagli anni '90 che permette di condividere le informazioni tra computer diversi dislocati in punti diversi del mondo. A partire dai primi anni duemila si sta, infine, assistendo ad una convergenza tra l'informatica, televisione e telefono. L'informatica non è più solo una materia per specialisti. I Pc sono utilizzati da centinaia di milioni di persone in ogni angolo del mondo per elaborare testi e immagini, scrivere documenti, gestire calcoli e schedari, ascoltare musica ed archiviare informazioni di ogni tipo. In conclusione, nel mondo contemporaneo la parola informatica non include più soltanto il mondo della programmazione dei computer ma anche quello degli utenti.

https://www.okpedia.it/storia_informatica



Storia dell'informatica

Microcomputer

Personal computer

Home computer

Aziende storiche dell'informatica


Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.