OKPEDIA OLIGOPOLIO

Oligopolio collusivo

L'oligopolio collusivo è una forma di mercato di oligopolio in cui le imprese oligopolistiche si accordano tra loro ( cooperazione ) per adottare una strategia finalizzata alla massimizzazione della somma del profitto. Nell'oligopolio collusivo le imprese limitano la concorrenza per formare un cartello ( collusione ). Ogni impresa si comporta come se fosse un singolo impianto produttivo di una grande industria monopolista. Ad esempio, in un cartello le imprese possono accordarsi sul prezzo di vendita e sulle quantità di produzione. Un esempio tipico di cartello è quello delle compagnie ferroviarie statunitensi nel '800 o quello dei produttori di petrolio ( OPEC ) negli anni '70. La collusione tra le imprese determina una riduzione dell'output totale di produzione, un incremento del prezzo e del profitto. Nel caso semplificato di un duopolio, in un regime di collusione le due imprese massimizzano la seguente formula di profitto congiunto:

Max p( q1+q2 )-c1(q1)-c2(q2)

Le due imprese duopoliste si accordano su un unico prezzo di vendita p e si distribuiscono le quote di produzione ( q1 e q2 ) per massimizzare il profitto totale, tenendo conto dei rispettivi costi di produzione c1 e c2. Poiché la condizione di massimizzazione del profitto implica l'uguaglianza tra il ricavo marginale ( RM ) e il costo marginale ( MC ), ne consegue che l'equilibrio collusivo ottimale si realizzi nella situazione di uguaglianza tra i costi marginali ( MC ) delle due imprese.

MC1 = MC2

L'equilibrio di duopolio collusivo può essere analizzato su un diagramma cartesiano mediante le curve di isoprofitto delle due imprese. In una curva di isoprofitto il profitto di impresa è costante. Le curve di isoprofitto più basse sono quelle associate a un profitto più alto ( π"1 > π'1 > π1 ). La massimizzazione della somma del profitto totale si realizza nei punti di tangenza tra le famiglie delle curve di isoprofitto delle due imprese.

EQUILIBRIO <a href='/oligopolio' _fcksavedurl='/oligopolio' title='OLIGOPOLIO'>OLIGOPOLIO</a> COLLUSIVO

Nel punto di equilibrio collusivo e' le due imprese massimizzano il profitto. L'impresa 1 si colloca sulla curva di isoprofitto π1 ( più esterna ) mentre l'impresa 2 si colloca sulla curva di isoprofitto π2' ( intermedia ). Un altro equilibrio collusivo è il punto e". Entrambi i punti sono determinati dalla condizione di tangenza tra le curve di isoprofitto. Questo tipo di equilibrio di mercato è detto equilibrio cooperativo o equilibrio collusivo.

Equilibrio instabile. L'equilibrio collusivo è un equilibrio instabile. Ogni singola impresa del cartello è tentata ad aumentare la produzione oltre la propria quota ("scartellare") al fine di aumentare i propri profitti a scapito delle altre imprese del cartello, se ritiene che le altre imprese non reagiscano o non se ne accorgano. Per spiegare un equilibrio oligopolistico collusivo è necessario ricorrere ad appositi strumenti di analisi, forniti dalla teoria dei giochi, che analizzano il processo decisionale di ogni singolo operatore del mercato.

https://www.okpedia.it/oligopolio_collusivo


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Oligopolio