OKPEDIA RICAVO MARGINALE

ricavo marginale

Il ricavo marginale ( RM ) è la variazione del ricavo totale ( RT ) che si ottiene mediante una variazione unitaria o infinitesima della quantità di produzione ( q ). È l'incremento del ricavo totale che si ottiene aumentando le vendite (n) di un'unità (n+1). La formula del ricavo marginale in relazione a una variazione della quantità prodotta può essere espressa nel seguente modo:

RICAVO MARGINALE

Nel seguente diagramma cartesiano sono rappresentate due distinti casi. A parità di variazione unitaria della quantità prodotta ( Δq ) del bene, nel caso A il ricavo marginale ( RMA>RMB ) è molto alto rispetto al caso B.

RICAVO MARGINALE


Il ricavo marginale può essere calcolato anche su ogni singolo punto della funzione di ricavo in relazione alla variazione infinitesima della quantità prodotta. Dal punto di vista matematico il ricavo marginale è, infatti, pari alla derivata prima della funzione del ricavo totale rispetto alla quantità.

RICAVO MARGINALE DERIVATA

In questo caso il ricavo marginale è rappresentato sul diagramma cartesiano mediante una retta tangente al punto della curva del ricavo totale. Nel seguente diagramma sono rappresentate le due precedenti situazioni di ricavo marginale dal punto di vista puntuale.

RICAVO MARGINALE

Le due rette tangenti hanno una inclinazione diversa. Nel punto A il ricavo marginale (RMA) è molto alto. Una variazione infinitesima della quantità prodotta aumenta sensibilmente il ricavo totale (RT). Viceversa, nel punto B il ricavo marginale (RMB) è molto basso. Una variazione infinitesima della quantità prodotta genera un aumento più contenuto del ricavo totale (RT). Anche in questo caso RMA > RMB. La curva del ricavo marginale può essere rappresentata sul diagramma cartesiano misurando il ricavo marginale sull'asse delle ordinate e la quantità della produzione sull'asse delle ascisse.

CURVA DEL RICAVO MARGINALE

Nel grafico precedente il ricavo marginale è rappresentato sotto forma di una curva, in quanto generalmente il ricavo marginale si riduce con l'incremento delle quantità. L'andamento della curva del ricavo marginale è comunque influenzato dalle condizioni e dalla forma del mercato in cui opera l'impresa. Ad esempio, in un regime di concorrenza perfetta il ricavo marginale è indipendente dalle quantità prodotte e si presenta sotto forma di una retta parallela all'asse delle ascisse in corrispondenza del prezzo di mercato.

RICAVO MARGINALE IN CONCORRENZA PERFETTA

Differenza tra ricavo marginale e prezzo. Il ricavo marginale non è il ricavo ottenuto dalla vendita dell'ultima unità venduta ( prezzo ). È l'incremento del ricavo totale generato dalla vendita dell'ultima unità venduta. Soltanto in concorrenza perfetta il prezzo eguaglia il ricavo marginale.

https://www.okpedia.it/ricavo_marginale




note


Il ricavo marginale in concorrenza perfetta

In un regime di mercato di concorrenza perfetta, ogni singola impresa non può decidere il prezzo di vendita della merce. Il prezzo è determinato dal mercato. L'impresa, detta price-taker, può soltanto decidere il volume della produzione da offrire. La curva di domanda di ogni impresa è infinitamente elastica al prezzo e si presenta su un diagramma cartesiano come una retta orizzontale parallela alle ascisse.

esempio di incremento dell'offerta in regime di concorrenza perfetta, il ricavo marginale eguaglia il prezzo

In queste circostanze il ricavo totale è una funzione lineare ( retta ) poiché, essendo il prezzo fissato dal mercato, ogni incremento dell'offerta aumenta il ricavo dell'impresa di p·Δq. In conclusione, in regime di concorrenza perfetta il ricavo marginale è uguale al prezzo e al ricavo medio.


faq

  1. Perché il ricavo marginale è decrescente? Perché l'impresa produttrice per vendere l'unità di prodotto aggiuntiva deve necessariamente ridurre il prezzo di vendita della merce.