OKPEDIA MONETA

Aggregati monetari

Gli aggregati monetari sono indicatori per misurare l'offerta di moneta in un sistema economico e il potere di acquisto dei soggetti economici sulla base della liquidità di ogni singolo mezzo di pagamento. Si tratta di grandezze aggregate che indicano la quantità di moneta e di attività finanziarie all'interno di un sistema economico. Gli aggregati monetari più utilizzati sono i seguenti:

  • M0. L'aggregato M0 ( base monetaria ) comprende la moneta legale circolante (monete metalliche + banconote) e le attività finanziarie immediatamente convertibili in moneta legale (passività della banca centrale verso banche e terzi).
  • M1. L'aggregato M1 ( liquidità primaria ) raggruppa la base monetaria (M0) con le attività finanziarie che possono svolgere la funzione di mezzi di pagamento (es. contini correnti).
  • M2. L'aggregato M2 ( liquidità secondaria ) include la liquidità primaria (M1) e le attività finanziarie caratterizzate da elevata liquidità e valore certo in futuro (es. depositi bancari, libretti postali ecc.)
  • M3. L'aggregato M3 comprende la liquidità secondaria (M2) e le attività finanziarie con riserva di valore (es. titoli a reddito fisso di breve scadenza).

Gli aggregati monetari sono stabiliti mediante regole che possono variabile da un sistema economico all'altro. Talvolta, per eseguire una comparazione internazionale è necessario effettuare delle operazioni di omogeneizzazione degli aggregati prima di effettuare l'analisi. È attualmente in corso un processo di standardizzazione nella rilevazione statistica degli aggregati monetari.

https://www.okpedia.it/aggregati-monetari


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Mercato della moneta