Risorsa naturale

La risorsa naturale è qualsiasi realtà non prodotta dall'uomo in grado di produrre ricchezza. Alcune risorse naturali possono essere utilizzate allo stato grezzo (es. legno), altre devono invece essere trasformate per poter essere utilizzate (es. acciaio). Si tratta di una definizione volutamente generale in quanto il concetto di risorsa naturale è fortemente legato al sistema economico della società e cambia rapidamente nel corso della storia. Nelle economie del mondo antico le principali risorse naturali sono costituite dalla fertilità della terra, i prodotti agricoli, la pesca, la caccia ecc. A queste si aggiungono le materie prime minerarie (ferro, bronzo, rame) per la fabbricazione di utensili, armi, carri ecc. La Rivoluzione industriale del XVIII-XIX secolo modifica radicalmente l'insieme delle risorse naturali. Le materie minerarie assumono una crescente importanza ed a queste si affiancano per la prima volta le risorse energetiche di origine fossile (carbone, gas, petrolio). Nella società contemporanea, infine, si considera una risorsa naturale anche la risorsa ambientale, quale la conservazione della biodiversità, la tutela del paesaggio, la lotta all'inquinamento ecc. La risorsa naturale viene detta materia prima quando sussiste la possibilità tecnica e la convenienza economica di utilizzo.

Tipi di risorse naturali

Analizzando la storia dell'uomo possiamo distinguere le seguenti tipologie di risorse naturali.

  • Risorse biologiche. Le principali risorse biologiche sono la terra, i prodotti agricoli, materie prime organiche ecc.
  • Risorse minerarie. Le risorse minerarie sono estratte dalla terra. In quest'ampio insieme sono compresi i metalli e le materie prime inorganiche.
  • Risorse energetiche. In questa categoria si inseriscono tutte quelle risorse naturali che permettono di ottenere energia. Sono considerate risorse energetiche il legno, il petrolio, il Sole, l'uranio ecc.
  • Risorse ambientali. Le risorse ambientali include nella ricchezza umana anche la preservazione del paesaggio, della biodiversità e dell'ambiente.

Classificazione delle risorse naturali

Le risorse naturali possono essere classificate in risorse permanenti o non permanenti in base alla caratteristica o meno della risorsa naturale di ridurre la sua quantità nel corso del tempo o in conseguenza dello sfruttamento da parte dell'uomo. L'energia solare è un esempio di risorsa naturale permanente. All'interno delle risorse naturali non permanenti possiamo distinguere le risorse rinnovabili (o risorse riproducibili) dalle risorse non rinnovabili.

  • Risorse rinnovabili. Le risorse naturali rinnovabili si ricostituiscono ogni ciclo naturale e sono anche dette risorse rigenerabili. Le risorse rinnovabili si distinguono in esauribili e inesauribili.
    • Risorse rinnovabili esauribili. Le risorse naturali rinnovabili sono prelevate da uno stock che non si riduce con lo sfruttamento della risorsa, purché lo sfruttamento ( tasso di utilizzo ) sia inferiore alla crescita naturale della risorsa ( tasso di rigenerazione ). Una foresta è un esempio di risorsa naturale rinnovabile. Il numero di alberi in una foresta resta identico se le attività di taglio sono inferiori o uguali alla crescita dei nuovi alberi. In caso contrario, l'attività di taglio provocherà una riduzione dello stock di alberi fino alla distruzione definitiva della foresta. Al di sotto di una dimensione critica minima lo stock della risorsa naturale si estingue poiché non è più in grado di riprodursi. Questo si verifica nei casi di sovrastruttamento della risorsa naturale rinnovabile ( es. deforestazione ).
    • Risorse rinnovabili non esauribili. Alcune risorse rinnovabili sono virtualmente inesauribili ( risorse rinnovabili inesauribili ) in quanto lo stock della risorsa non dipende dal tasso di utilizzo. È il caso, ad esempio, dell'energia solare e dell'energia eolica che dipendono rispettivamente dal flusso continuo di raggi provenienti dal Sole e dallo spostamento delle masse d'aria
  • Risorse non rinnovabili ( risorse esauribili ). Le risorse naturali non rinnovabili sono quelle considerate in quantità fissa entro una scala del tempo pari alla vita dell'uomo. Sono anche dette risorse esauribili. Le risorse esauribili sono disponibili in natura come stock che si riducono con l'utilizzo. Il petrolio ed il carbone sono due classici esempi di risorse naturali non riproducibili. Lo stock delle risorse non rinnovabili non può essere incrementato poiché si rigenerano in tempi molto prolungati. Ad esempio, i combustibili fossili si formano in tempi geologici in una scala di diversi milioni di anni. Il tasso di utilizzo dei combustibili fossili è, pertanto, sempre superiore al loro tasso di rigenerazione naturale e lo stock di risorse fossili è destinato ad esaurirsi. Le risorse esauribili sono collegate al concetto di stock fisico e al problema della scarsità e dell'esaurimento.
  • ( okpedia )
condividi

 
 
commenti