Scopo di lucro

Lo scopo di lucro consiste nell'orientamento al profitto ossia alla differenza positiva tra il valore dei ricavi economici e i costi economici. Il lucro è l'eccedenza positiva dei ricavi al netto dei costi. Pur essendo un aspetto di fondamentale importanza nella vita delle imprese private, lo scopo di lucro non rappresenta un elemento indispensabile per l'esistenza dell'impresa e dell'imprenditore. La vita di una impresa può, infatti, avere anche finalità diverse dal profitto. Basti pensare, ad esempio, alle imprese mutualistiche (società cooperative) il cui scopo consiste nel produrre benefici (beni o servizi) ai propri soci o alle imprese pubbliche che operano per soddisfare un determinato bisogno pubblico, alle imprese senza fini di lucro ( imprese no profit, fondazioni, cooperative, ecc. ) e alle imprese pubbliche. In questi casi l'imprenditore si limita ad esercitare la minimizzazione dei costi senza perseguire alcun obiettivo in termini di lucro (profitto). Ciò che caratterizza tutte le imprese non è lo scopo di lucro bensì la necessità di provvedere ad una gestione economica nel rispetto dell'economicità, ossia della copertura dei costi con i ricavi d'impresa ( economicità ). L'economicità è anche uno degli elementi essenziali che caratterizzano la professionalità dell'imprenditore.

https://www.okpedia.it/scopo_di_lucro




Profitto