Prezzo di domanda

Il prezzo di domanda è la quantità di moneta che un soggetto economico è disposto a pagare per acquistare un determinato bene economico. L'utilità della quantità di moneta utilizzata per fare l'acquisto deve eguagliare l'utilità del bene economico. Il prezzo di domanda decresce con la quantità del bene economico acquistato, per effetto dell'utilità marginale decrescente. La prima unità acquistata del bene economico è quella con utilità marginale più alta e, pertanto, quella con il prezzo di domanda più alto. La seconda unità di consumo ha un'utilità marginale inferiore rispetto alla prima ed più basso anche il prezzo di domanda che il soggetto economico è disposto a spendere.

PREZZO DI DOMANDA

Ad esempio, a fronte di un bisogno economico come la sete, il primo bicchiere d'acqua ha un prezzo di domanda molto alto. Il soggetto è disposto a spendere un prezzo elevato pur di soddisfare il proprio bisogno. L'utilità marginale del secondo bicchiere d'acqua è inferiore rispetto alla prima, in quanto la persona ha già placato in parte la sete con il primo bicchiere d'acqua Il terzo ha, a sua volta, un livello di utilità e un prezzo di domanda inferiore, e così via. In conclusione, la relazione tra il prezzo di domanda e le quantità acquistate del bene economico è decrescente.

Prezzo di mercato. Il prezzo di domanda non prende in considerazione la quantità del bene economico sul mercato ma soltanto la relazione tra la quantità acquistata/consumata di un bene e il prezzo che il soggetto economico è disposto a spendere. Non va confuso con il prezzo di mercato che, invece, è dato dal punto di incontro tra domanda e offerta.

https://www.okpedia.it/prezzo_di_domanda



Prezzo