OKPEDIA INFLAZIONE

Iperinflazione

L'iperinflazione è un tipo di inflazione caratterizzato da un aumento continuo e incontrollato dei prezzi. La crescita sostenuta dei prezzi ha luogo ad un tasso superiore del venti per cento annuo o superiore. Nei casi di iperinflazione l'aumento dei prezzi può essere caratterizzato da tassi di incremento a due o più cifre su base mensile e talvolta anche su base settimanale. L'iperinflazione è conosciuta anche con il termine di inflazione galoppante. I periodi di iperinflazione sono caratterizzati da forte incertezza ed instabilità del sistema economico e sono una delle conseguenze più evidenti della grave crisi economica di un sistema economico. Alcuni casi storici di iperinflazione si sono verificati negli anni '20 in Germania e in Argentina negli anni '90. Nella fase di iperinflazione aumenta la velocità di circolazione della moneta, l'aumento continuo dei prezzi riduce il valore reale della moneta e i soggetti economici tendono a disfarsi della moneta nel proprio portafoglio sostituendola con beni rifugio o con altre valute. Ne consegue una rapida svalutazione della moneta. Nelle fasi più gravi di iperinflazione molti scambi economici sono effettuati con valuta estera o tramite baratto. L'inflazione a due cifre penalizza, in particolar modo, i percettori di reddito nominale fisso, i quali vedranno ridurre progressivamente il loro potere di acquisto (reddito reale). Le imprese ed i produttori, invece, possono traslare in avanti gli aumenti di prezzo delle materie prime e dei fattori produttivi. Di conseguenza, l'iperinflazione modifica velocemente la distribuzione della ricchezza all'interno di una società con inevitabili ripercussioni sugli equilibri economici, sociali e politici.

https://www.okpedia.it/iperinflazione



Inflazione