Ludwig von Mises

Ludwig von MisesLudwig von Mises è un economista austriaco del XX secolo. Nasce a Leopoli nel 1881 e in gioventù intraprende gli studi di economia politica a Vienna. Si forma sulla teoria neoclassica della Scuola austriaca come allievo di Böhm-Bawerk. Nel 1903 diventa professore di economia all'Università di Vienna. È un convinto sostenitore del liberismo economico e del libertalismo, critico del socialismo. Considera la libertà individuale come un valore fondamentale. Con l'avvento del nazismo è costretto a rifugiarsi a Ginevra per via della sua origine ebraica e delle sue idee politiche. Nel 1940 si trasferisce negli Stati Uniti dove insegna fino al 1969. Muore a New York nel 1973.

Il pensiero economico di von Mises

Nella storia del pensiero economico Von Mises è un esponente della Scuola austriaca fondata da Carl Menger.

Come altri economisti della scuola austriaca, von Mises elabora una teoria economica basata sull'utilità marginale e sulle scelte individuali delle persone.

Von Mises considera l'utilità marginale come una grandezza ordinale, non misurabile matematicamente e non aggregabile in una funzione di utilità totale. Secondo von Mises, l'utilità marginale è soltanto ordinabile in base alle preferenze soggettive dell'individuo.

E' considerato il fondatore della nuova scuola austriaca e del neomarginalismo.

Ludwig von Mises

La sua teoria economica si basa prevalentemente sulla prasseologia ( o prassiologia ), la teoria che studia l'efficacia dell'agire umano (praxis).

Di idee liberiste e libertarie, von Mises critica le politiche di intervento pubblico dello Stato in economia.

E' anche un acceso avversario del socialismo.

La critica di Von Mises al socialismo

Von Mises ha una posizione fortemente critica nei confronti delle teorie socialiste.

Secondo von Mises, un'economia socialista, senza proprietà privata e libertà di mercato, non può raggiungere l'allocazione ottimale ed efficiente delle risorse produttive, perché la pianificazione centrale non prevede un sistema dei prezzi.

Senza i prezzi non è possibile compiere alcun calcolo economico.

L'economista affronta questo argomento in un noto articolo del 1920 ( "il calcolo economico in una società socialista" ) che apre un acceso dibattito tra gli economisti dell'epoca.

La critica alla scuola storica

Von Mises rigetta l'interpretazione storica dei fenomeni economici della scuola storica tedesca.

Secondo l'economista austriaco, l'economia politica si fonda sul comportamento umano e non sulla storia.

La stessa storia economica dovrebbe essere interpretata dalla teoria economica.

il comportamento degli individui determina i fenomeni economici

La teoria della moneta e del credito

Von Mises elabora una propria teoria monetaria del ciclo economico in cui mette in relazione l'utilità marginale della moneta con l'offerta di moneta e la determinazione dei prezzi.

Secondo von Mises, la domanda di moneta dipende dall'utilità, come qualsiasi altro bene economico.

A partire da questo presupposto, elabora una teoria del ciclo economico.

la visione della moneta di von mises

La teoria del ciclo economico di von Mises

Secondo von Mises, il ciclo economico è causato dal credito bancario.

Il credito bancario espande l'offerta di moneta nel sistema economico. Ciò causa la caduta del tasso di interesse.

La riduzione dell'interesse genera un incremento degli investimenti.

la teoria del ciclo economico di von Mises

A sua volta, la crescita degli investimenti causa un successivo innalzamento del tasso di interesse.

L'aumento del tasso di interesse provoca la contrazione del credito e il ciclo si ripete daccapo.

La critica alla politica monetaria espansiva

Von Mises critica l'efficacia della politica monetaria, perché considera la moneta soltanto come mezzo di scambio per le transazioni.

Secondo von Mises, qualsiasi incremento dell'offerta monetaria si scarica sull'inflazione dei prezzi, riducendo il potere di acquisto della moneta, senza produrre alcun effetto reale sull'economia.

Le opere di von Mises

Le principali opere di Ludwig von Mises

  • Teoria della moneta e del credito ( 1912 )
  • Socialismo, un'analisi sociologica ed economica ( 1922 )
  • Problemi epistemologici dell'economia ( 1933 )
  • L'azione umana ( 1949 )
  • Fondamento ultimo della scienza economica ( 1962 )

https://www.okpedia.it/ludwig-von-mises



Scuola austriaca