OKPEDIA ISOQUANTI

Curva di isoquanto

La curva di isoquanto è la rappresentazione sul piano cartesiano di un isoquanto. La curva di isoquanto è tracciata su un piano ove sono poste sugli assi le quantità dei due distinti fattori produttivi di una funzione di produzione a due variabili (input). Ogni curva di isoquanto rappresenta sul piano le combinazioni efficienti dei fattori per produrre una determinata quantità di prodotto. Ogni curva di isoquanto è, quindi, associata a una e una sola quantità di produzione.

CURVA DI ISOQUANTO

Nella curva di isoquanto il punto A indica una combinazione dei fattori produttivi ad elevata presenza di lavoro ( labour intensive ) con 8 quantità di lavoro e 2 di capitale. Il punto B, viceversa, indica una combinazione dei fattori produttivi ad elevata presenza di capitale ( capital intensive ) con 2 quantità di lavoro e 6 di capitale. Entrambi i punti A e B consentono di produrre la medesima quantità di produzione (Y=10) poiché risiedono sulla stessa curva di isoquanto. Le curve di isoquanto più esterne sono associate, invece, a livelli di produzione superiori poiché impiegano una maggiore quantità dei fattori produttivi. Ad esempio, il punto C equivale alla combinazione B con una maggiore quantità di impiego del capitale. Ciò implica necessariamente un livello di produzione maggiore. Le proprietà delle curve di isoquanto sono le seguenti:

  • Inclinazione negativa. La curva di isoquanto ha una inclinazione negativa la riduzione della quantità impiegata di un fattore implica l'aumento della quantità impiegata dell'altro fattore produttivo ( monotonicità ).
  • Convessità. La curva di isoquanto ha una forma convessa poiché l'aumento della quantità di impiego di un fattore implica la riduzione più che proporzionale dell'altro fattore produttivo per via della produttività marginale decrescente dei fattori.
  • Transitività. Le curve di isoquanto non devono intersecarsi tra loro poiché ognuna di queste deve essere associata a un diverso livello di produzione. Se le curve di isoquanto si intersecassero tra loro non sarebbe più chiaro quale delle due è associata a un livello di produzione maggiore.

Ogni punto della curva di isoquanto è associata a un diverso rapporto tra le quantità impiegate dei due fattori a parità di produzione. Tale rapporto tra le quantità impiegate dei fattori è detto saggio marginale di sostituzione tecnica ed è individuato dall'inclinazione di una retta tangente al punto della curva in questione.

https://www.okpedia.it/curva_di_isoquanto



Isoquanti


Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.