OKPEDIA ATENE

Riforma democratica di Pericle

PericleIl democratico Pericle sale al potere di Atene nel 460 a.C. dopo la cacciata per ostracismo del conservatore Cimone. Pericle è un seguace della politica di Temistocle. Riesce a portare a compimento la realizzazione di un regime democratico radicale in cui tutti i cittadini godono della parità dei diritti politici tramite l'iscrizione al registro dei demi. Oltre a questo introduce l'assistenza sociale per l'educazione degli orfani, un sussidio per i mutilati ed un compenso in denaro per funzionari pubblici al fine di consentire a tutti di partecipare alla gestione amministrativa della città. Le riforme democratiche tolgono gran parte dei poteri dell'areopago a favore dell'ecclesia (assemblea dei cittadini maschi con più di 18 anni d'età) e della bulè (consiglio di cittadini estratti a sorte con incarico annuale). Nell'età di Pericle (dal 460 a.C. al 429 a.C.) Atene conosce uno dei periodi di massimo splendore. Fiorisce l'arte, la letteratura e la cultura. Tra tutte le opere monumentali va ricordata nel 438 a.C. la costruzione del Partenone. Le riforme democratiche di oggi sono ancora oggi considerate un punto di riferimento e di origine per le moderne democrazie occidentale. Tuttavia, la politica interna illuminata e democratico-riformatrice di Pericle si contrappone all'ambiziosa politica estera di stampo imperialista che Pericle cerca di imporre al mondo antico. La fallimentare politica estera di Pericle sarà una delle principali cause della decadenza ateniese alla fine del V secolo avanti Cristo.

https://www.okpedia.it/riforma-democratica-di-pericle


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Atene

Luoghi e monumenti