OKPEDIA ECONOMIA INDUSTRIALE

Politica industriale

La politica industriale è l'insieme degli interventi del policy maker ( governo o legislatore ) nel sistema economico, al fine di influenzare la struttura di un sistema industriale. Secondo il paradigma S-C-P ( Struttura Condotta Performance ), l'intervento di politica industriale consente di modificare le condizioni di base della struttura industriale e, indirettamente, la condotta e le performance del sistema. La politica industriale una delle principali leve delle politiche di sviluppo economico di un paese. Generalmente l'obiettivo dell politica industriale è il miglioramento del surplus totale di tutti gli operatori economici ( imprese, famiglie, Stato ). Tuttavia, un governo può anche perseguire obiettivi di qualsiasi tipo e differenti dal benessere collettivo. Le politiche industriali si avvalgono di numerosi strumenti, sia economici che normativi. Ad esempio, la regolamentazione, i divieti, gli sgravi fiscali, i sussidi alle imprese, ecc. Le principali politiche industriali nelle economie di mercato sono le seguenti:

  • Politica antitrust. La politica antitrust consente al policy maker di ridurre le posizioni dominanti in un mercato e la concentrazione del potere di mercato nelle mani di pochi soggetti economici ( imprese private ), al fine di agevolare le forze della concorrenza.
  • Politica di regolamentazione. La politica di regolamentazione è un intervento diretto o indiretto dello Stato in un settore industriale. Ad esempio, l'intervento diretto dello Stato in un settore particolarmente strategico o la presenza soltanto di imprese private autorizzate dallo Stato.

Politica industriale aziendale. Dal punto di vista della singola impresa la politica industriale è l'insieme delle scelte e delle decisioni strategiche finalizzate al perseguimento degli obiettivi dell'impresa stessa ( utile, fatturato, profitto, vendite, quota di mercato, ecc. ).

https://www.okpedia.it/politica_industriale





Economia industriale