OKPEDIA MITOLOGIA GRECA

Scilla

Secondo la mitologia greca, Scilla era una ninfa trasformata in mostro marino. Scilla viveva in Sicilia ed era solita recarsi sulla spiaggia di Zancle e fare il bagno nell’acqua del mare. Una sera, vicino alla spiaggia, vide apparire dalle onde Glauco, figlio di Poseidone, un dio marino metà uomo e metà pesce. Glauco s'innamorò di Scilla, che rifiutò il suo amore: Glauco si recò dala maga Circe per farsi preparare una pozione, ma la maga si innamorò del dio, che a sua volta la rifiutò. Circe, per vendetta, gettò una maledizione su Scilla e la trasformò in modo che sino al bacino era ancora una ninfa ma al posto delle gambe spuntavano sei musi feroci di cane. Per l’orrore Scilla si gettò in mare e andò a vivere nella cavità di uno scoglio vicino alla grotta dove abitava anche Cariddi.