OKPEDIA GOOGLE

Google

Google è un motore di ricerca sul web nato nel 1998 da due studenti dell'Università di Standford, Larry Page e Sergey Brin, che decidono di mettere in pratica i loro studi sulla teoria delle rete. Il search engine è conosciuto anche come Big G.

Il search engine è un sito web con un software progettato per censire, valutare e ordinare per importanza i singoli documenti presenti nella rete internet, secondo metodi e logiche specifiche. L'algoritmo di Google si distingue dagli schemi fino a quel momento utilizzati per censire il mondo online.

Si afferma rapidamente come soluzione di Information Retrieval (IR) online per la sua capacità di fornire all'utente dei risultati di ricerca più pertinenti rispetto agli altri search engine.

La storia di Google

La sede societaria del motore di ricerca viene aperta a Mountain View ( Californa - Usa ) dove si trova ancora oggi il quartier generale di Google. Fin dall'inizio si caratterizza per la veste minimalista dell'home page, composta soltanto da un campo di ricerca posto al centro di una pagina bianca e da pochi altri link.

GOOGLE HOME PAGE DEL 1999

L'estetica minimalista di Google è una scelta in netta contro-tendenza rispetto agli altri progetti online dell'epoca. Gli altri search engine, siti web o portali tendono ad appesantire la propria home page fornendo molte informazioni, arricchendole con le immagini ed elementi grafici. Così facendo diventano più lenti da navigare e consultare. Google, invece, sembra puntare tutto sulla velocità e sull'usabilità di utilizzo.

La partnership con Yahoo! e la qualità dei risultati di ricerca

Alla fine degli anni '90 Google viene scelto dalla directory Yahoo! per integrare le proprie ricerche. Questa partnership iniziale è strategicamente molto importante perché permette al search engine di Mountain View di ottenere grande visibilità sul web. La directory Yahoo! è uno dei siti web più utilizzati dagli utenti dell'epoca.

Grazie a questa visibilità Google riesce rapidamente a far conoscere la qualità dei propri risultati di ricerca a un'ampia audience di utenti e affermarsi come la soluzione migliore tra i search engine.

Inoltre, Google è più pratico, veloce e facile da utilizzare rispetto alle stesse web directory. Con un solo click gli utenti accedono alle risorse pertinenti della ricerca. Nelle directory, invece, sono costretti a effettuare più click per selezionare le categorie.

Gli utenti imparano così a utilizzare sempre più direttamente il search engine per effettuare le proprie ricerche. Questo consente a Google di mantenere la propria visibilità online anche dopo la fine della partnership con Yahoo!.

La nascita dei motori di ricerca tematici

Nei primi anni degli anni duemila Google reinveste una gran parte dei propri profitti per lanciare diversi progetti sperimentali, tra cui lo sviluppo dei motori di ricerca tematici, specifici per ogni singola risorsa, separandoli dalla ricerca web.

Nascono così delle sezioni di ricerca specializzate per la ricerca delle immagini ( Google Image ), delle notizie ( Google News ), delle mappe ( Google Maps ), dei prodotti per lo shopping, dei video, dei libri, dei voli, ecc.

Nel 2007 questi motori di ricerca specifici sono progressivamente reintegrati in quello principale attraverso un processo di integrazione conosciuto come Universal Search.

L'ascesa come multinazionale

Agli inizi del duemila Google è già una realtà dominante nel settore dei search engine ed è una delle poche realtà a sopravvivere alla crisi finanziaria della new economy. È il motore di ricerca più utilizzato al mondo.

Oltre a reinvestire i propri profitti nell'offerta di nuovi servizi sperimentali, la società di Mountain View opera anche una politica di acquisizione dei siti web già affermati. In particolar modo, assume grande importanza l'acquisizione della piattaforma video YouTube da parte di Google nel 2006.

Pur essendo nato come motore di ricerca, nel corso del tempo Google si trasforma in un'azienda multinazionale ed espande il proprio motore di business in molti altri settori, in particolar modo nella pubblicità online ( AdWords, AdSense, ecc. ) ma anche al di fuori del contesto internet e informatico.

Come funziona l'algoritmo di Google

L'algoritmo di ricerca di Google determina l'importanza di una pagina web, o di un sito web, sulla base della quantità dei link in entrata che riceve dall'esterno. L'algoritmo si basa inizialmente sul concetto della link popularity e del page rank.

Questo criterio di catalogazione consente al motore di ricerca di fornire automaticamente dei risultati migliori rispetto alle directory e agli altri motori di ricerca dell'epoca. Il motore di ricerca di Page-Brin si distingue immediatamente per la qualità e l'aggiornamento dei risultati di ricerca.

A questi due fattori di ricerca originari ( link popularity e page rank ) se ne aggiungono molti altri nel corso del tempo. Per migliorare la qualità delle ricerche e per contrastare lo spam-engine, l'algoritmo viene continuamente perfezionato, diventando sempre più complesso.

Il funzionamento dell'algoritmo di Google è segreto

Il funzionamento dell'algoritmo di ricerca Google fa parte del knowledge dell'azienda di Mountain View. Nessuno può affermare con certezza il suo corretto funzionamento. Pur essendo brevettati, la combinazione degli algoritmi di indicizzazione e ranking è sconosciuta.

Attualmente è possibile soltanto stimare i metodi e i fattori di ricerca su cui si basa osservando la relazione tra le query ( input ) e le pagine dei risultati di ricerca o serp ( output ). Queste attività di retro-engineering caratterizzano la SEO, un apposito settore dell'Information Technology specializzato nell'ottimizzazione delle pagine web per i motori di ricerca.


commenti

note

Gli aggiornamenti dell'algoritmo di Google. Le date sono indicative, per ogni aggiornamento è indicato l'oggetto della variazione algoritmica sulla base delle dichiarazioni pubbliche rilasciate dal search engine.

  • Agosto 2014. Sul blog ufficiale di Google viene annunciata l'introduzione del protocollo HTTPS tra i parametri di ranking sul 1% delle queries.
  • Luglio 2014. Aggiornamento Pigeon sulle ricerche locali. Il nuovo algoritmo di ricerca locale prende in considerazione l'ubicazione geografica dei siti web e degli utenti.
  • Giugno 2014. Lancio del Payday Loan Update 3.0.
  • Maggio 2014. L'algoritmo di Google inizia a leggere il codice Javascript. Nello stesso mese viene lanciato l'aggiornamento del Panda Update 4.0 per penalizzare i contenuti di scarsa qualità e del Payday Loan Update 3.0 contro le query spam.
  • Febbraio 2014. Sono penalizzate le pagine web con eccessiva presenza pubblicitaria above the fold ( Page Layout Algorithm Refresh ).


OKPEDIA