Saint Simon

Saint-SimonClaude-Henry de Rouvroy de Saint-Simon è un filosofo e sociologo francese del XIX secolo. Nasce a Parigi nel 1760. Nel corso della sua vita si afferma come abile uomo d'affari e finanziere. Dopo i quarant'anni si dedica agli studi sociali ed economici. Studia la società contemporanea analizzando le contrapposizioni e i rapporti tra le classi sociali. I suoi studi influenzano altri pensatori dell'epoca, come T. Carlyle, J.S. Mill, R. Owen e Charles Fourier. È considerato un precursore del socialismo utopico. Negli ultimi anni della sua vita i suoi scritti assumono un tono quasi religioso. Muore a Parigi nel 1825.

L'analisi storica di Saint-Simon

Saint-Simon critica la società contemporanea in cui vive. Concepisce la storia come l'alternarsi di fasi organiche e fasi critiche.

  1. Nelle epoche organiche le istituzioni e le credenze sono particolarmente stabili.
  2. Nelle epoche critiche la società si trasforma e si affermano nuove istituzioni.

I rapporti tra le classi sociali

Considera la storia come l'evoluzione dei rapporti tra le classi sociali.

Il filosofo non propone l'abolizione delle classi sociali e delle differenze, bensì la cooperazione tra le classi.

Nota. A differenza di altri pensatori democratici o rivoluzionari del '700, la società ideale immaginata da Saint-Simon è suddivisa in classi e gerarchie.

Il pensiero socioeconomico di Saint-Simon

Studia il sistema sociale ed economico come un organismo vivente, prendendo spunto dalle scienze naturali.

Nota. Saint-Simon non è il primo a seguire questo approccio. L'uso delle scienze positive e naturali negli studi socioeconomici è già stato compiuto qualche decennio prima dalla scuola fisiocratica del connazionale François Quesnay, da cui probabilmente Saint-Simon prende spunto.

Ha una visione anti-individualista della società. La libertà individuale è secondaria e subordinata all'interesse della collettività.

Saint Simon immagina una società ideale organica e funzionale, basata sulla meritocrazia.

Saint Simon rigetta l'individualismo per una società funzionale basata sulla meritocrazia

Come altri sociologi ed economisti dell'epoca anche Saint-Simon studia la società alla ricerca delle leggi scientifiche che ne regolano il funzionamento.

I rapporti sociali tra aristocratici e produttori

Saint-Simon riconduce l'organizzazione politica della società all'evoluzione della struttura della proprietà.

A sua volta, la struttura della proprietà dipende dalle trasformazioni della produzione avvenute nel corso della storia.

la produzione determina le proprietà e, indirettamente, il potere politico

Secondo Saint-Simon, lo scontro sociale è soprattutto tra la classe "oziosa" degli aristocratica e quella produttiva degli imprenditori.

La classe aristocratica eredita la ricchezza e il potere politico dalla società feudale, da un'epoca del passato ormai conclusa.

Nel XIX secolo la nuova ricchezza è invece prodotta dai produttori che ora rivendicano il potere politico nella società contemporanea.

Nota. Nella visione saintsimoniana gli industriali salgono al potere politico non per la loro crescente ricchezza ( potere economico ), bensì per il merito e la loro capacità di organizzare meglio la società.

La società utopica di Saint-Simon

Saint-Simon auspica l'arrivo di un'epoca organica futura in cui la società è guidata da imprenditori, intellettuali, scienziati e ingegneri.

In questa società utopica del futuro, gli intellettuali svolgono una funzione politica e l'ascesa al potere politico dei produttori garantisce un miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori e del proletariato.

Nota. econdo Saint-Simon le guerre e la povertà possono essere eliminate con il progresso tecnologico e l'industrializzazione. Il filosofo ha un vero e proprio culto nei confronti del progresso tecnologico e scientifico.

Il socialismo di Saint-Simon

Saint-Simon è fortemente critico nei confronti del capitalismo che considera imperfetto, perché basato sull'anarchia e sullo spreco delle risorse.

Elabora una teoria socioeconomica che introduce ai principi del socialismo.

La società viene vista come un'immensa fabbrica da gestire al massimo dell'efficienza produttiva tramite la pianificazione centralizzata della produzione e della distribuzione.

La sua società ideale è organizzata e guidata dai soggetti più meritevoli. Pertanto, dai produttori, dagli scienziati e dagli intellettuali.

il socialismo utopico di Saint Simon

La capacità organizzativa della nuova classe dirigente consente un miglioramento del benessere sociale di cui godono tutti, anche la classe sociale dei lavoratori.

Nota. In Saint-Simon non c'è una contrapposizione tra interessi del proletariato, il capitale e le macchine. Al contrario, grazie all'utilizzo delle macchine nella produzione e al capitale, i lavoratori migliorano le proprie condizioni economiche e di vita.

Ogni prestazione lavorativa è remunerata in base al suo effettivo apporto produttivo, secondo il principio della corrispondenza.

Le opere di Saint-Simon

  1. Lettere di un abitante di Ginevra ai suoi contemporanei ( 1803 )

    Descrive una società utopica fondata sul lavoro e sulla scienza. Introduce la sua visione della storia come evoluzione dei rapporti tra le classi sociali.

  2. Introduzione ai lavori scientifici del XIX secolo ( 1807 )
  3. Memoria sulla scienza dell'uomo ( 1807 )
  4. La gravitazione universale ( 1813 )
  5. L'industria ( 1816 )
  6. La politica ( 1819 )
  7. L'organizzatore ( 1819 )
  8. Il sistema industriale ( 1820 )

    Nell'opera Du sistème industriel elabora la visione della società come una grande fabbrica, da gestire e pianificare per raggiungere la massima efficienza produttiva possibile.

  9. Catechismo degli industriali ( 1823 )
  10. Opinioni letterarie, filosofiche e industriali ( 1824 )
  11. Nuovo cristianesimo ( 1825 - pubblicato postumo )

    Nella sua ultima opera ( Nouveau christianisme ) Saint-Simon trasforma la sua visione socioeconomica in una vera religione. A quest'opera si ispirano diverse sette religiose aperte dai suoi seguaci nel XIX secolo.

https://www.okpedia.it/saint-simon


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Il socialismo

  1. Il pensiero economico socialista
  2. Le origini
  3. La scuola marxista
  4. Karl Marx