Charles Fourier

Charles FourierCharles Fourier è un filosofo ed economista francese del XIX secolo. Nasce nel 1768 a Besançon. È uno dei primi ideatori del socialismo utopistico. Idea un sistema sociale utopistico basato sulle comunità produttive ( falansteri ) e la redistribuzione equilibrata del capitale e del lavoro. Fourier è un pensatore progressista e rivoluzionario. Si ispira a Jean-Jacques Rousseau. È fortemente critico nei confronti del capitalismo, l'individualismo e il libero mercato. Muore a nel 1837.

Il falansterio

Nella teoria di Fourier la società è strutturata in comunità produttive ( falansteri ) di poche migliaia di persone.

Tutti i lavoratori cambiano a turnazione il proprio mestiere per evitare l'alienazione della specializzazione.

Lo stesso concetto di famiglia monogamica viene superato. I figli sono allevati dall'intera comunità e le persone possono cambiare più partner nel corso della vita.

Come viene redistribuita la ricchezza

La ricchezza viene redistribuita in base a un mix di fattori:

  • al lavoro prestato ( 45% )
  • al capitale posseduto ( 30% )
  • al talento personale ( 25% )

Nota. Pur avendo un'idea egualitarista della società, Fourier non elimina del tutto la differenziazione meritocratica. Pertanto, accetta l'idea di una differenziazione per classi sociali, seppure molto più attenuata rispetto alla società liberista e capitalista.

Secondo Fourier, questo sistema consente al povero di diventare più ricco. Tutti gli individui sono uguali e convivono in armonia.

La teoria del buon selvaggio di Rosseau

Charles Fourier segue la teoria del buon selvaggio di Rosseau. Secondo Fourier, tutti gli uomini sono buoni per natura. Le perversioni umane hanno origine dalla società.

Se lasciati liberi di realizzare le proprie inclinazioni, senza seguire dei vincoli sociali, gli uomini convivono in modo armonioso.

Fourier rigetta la società contemporanea perché nata da vincoli e dettami non naturali.

Da questo punto di vista il filosofo critica alla radice tutte le istituzioni della società. In particolar modo, Fourier auspica l'abrogazione dell'istituto del matrimonio che lega due persone per tutta la vita.

Fourier propone una società basata sulla libertà individuale

E' fortemente critico anche nei confronti del commercio. A suo giudizio i consumi e la produzione devono essere ridotti all'essenziale e organizzati in piccole comunità di persone.

In questo modo, secondo Fourier, scompaiono lo sfruttamento capitalistico del lavoro, l'oppressione politica e l'alienazione del lavoratore.

La differenza tra Fourier e Saint Simon

A differenza di Saint Simon e altri socialisti utopisti del primo Ottocento, Charles Fourier non elabora una nuova religione.

Nota. Fourier è un cristiano praticante e costruisce la sua utopia di società ideale cercando di applicare i principi del cristianesimo e del Vangelo.

Inoltre, Fourier propone un modello di società ideale basata sull'uguaglianza e sulla libertà individuale degli uomini e l'eliminazione di ogni autorità e vincolo sociale.

le differenti visioni del socialismo utopico di Fourier e Saint Simon

Viceversa, Saint Simon elabora un modello di società basata sulla giustizia distributiva, in cui un'autorità centrale pianifica e decide per tutti gli uomini.

Nota. In Saint Simon la libertà individuale non sono valori. Al contrario, Saint-Simon esalta l'autorità quando viene gestita per finalità tecnocratiche.

I modelli di Fourier e Saint Simon sono due visioni estreme e opposte di socialismo.

Le opere di Fourier

  1. Teoria dei quattro movimenti ( 1808 )
    [ Théorie des quatres mouvements ]
  2. Il trattato dell'associazione agricola ( 1822 )
    [ Traité de l'association doméstique-agricole ]
  3. Nuovo mondo industriale e societario ( 1829 )
    [ Le nouveau monde industriel et sociétaire ]
  4. La fausse industrie ( 1835 )

https://www.okpedia.it/charles-fourier


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Il socialismo

  1. Il pensiero economico socialista
  2. Le origini
  3. La scuola marxista
  4. Karl Marx