OKPEDIA ECONOMIA

Operatori economici

Lo studio dell'economia si basa principalmente sull'analisi del comportamento degli operatori economici ( soggetti economici ) dalle cui azioni hanno origine i fenomeni economici. Ogni operatore economico sostiene spese per acquistare beni/servizi di consumo (famiglie), di investimento (imprese), di spesa pubblica (settore pubblico). Le spese sono generalmente vincolate dal reddito disponibile. La differenza tra il reddito e le spese determina il risparmio dell'operatore. Possiamo classificare gli operatori economici:

  • Famiglia. Le famiglie sono l'operatore economico composto dai lavoratori e dai detentori di ricchezza. Le famiglie percepiscono un reddito dal salario dei lavoratori e/o dal rendimento dei detentori di ricchezza. Il reddito delle famiglie viene impiegato per acquistare i beni e i servizi necessari alla soddisfazione dei bisogni. L'eventuale reddito residuale è, infine, destinato al risparmio. È un operatore utilizzato in particolar modo nella macroeconomia.
  • Consumatore. I consumatori sono l'operatore economico che ripartisce il proprio reddito disponibile nell'acquisto di beni e servizi al fine di soddisfare i propri bisogni. È un operatore economico utilizzato in particolar modo nella microeconomia.
  • Impresa. Le imprese sono l'operatore economico che organizzano i fattori e i processi produttivi al fine di produrre beni e servizi, destinati direttamente o indirettamente alla soddisfazione dei bisogni della collettività, e di perseguire un profitto. Per avviare il ciclo produttivo le imprese accendono un finanziamento, acquistano o remunerano i fattori produttivi ed al termine del processo coprono i costi con i ricavi economici derivanti dalla vendita dei beni e servizi. La differenza tra costi e ricavi complessivi determina il profitto di impresa. È un operatore economico utilizzato in microeconomia.
  • Settore pubblico. Il settore pubblico è l'operatore economico che comprende lo Stato, la pubblica amministrazione e i vari enti pubblici locali o funzionali. A differenza delle imprese e delle famiglie sono un soggetto politico che assume decisioni per perseguire una utilità collettiva e per soddisfare i bisogni pubblici dell'intera collettività. Il settore pubblico è un soggetto economico particolarmente complesso. A differenza delle imprese e delle famiglie, il settore pubblico non assume decisioni di carattere privato-utilitaristico, bensì di natura politica. Gli obiettivi del settore pubblico sono pertanto variegati ed è difficile (se non impossibile) darne una definizione universale. In generale, possiamo affermare che lo scopo del settore pubblico è di favorire la stabilità, la crescita generale del sistema economico e la redistribuzione della ricchezza. Per realizzare le proprie finalità il settore pubblico effettua prelievi fiscali sul reddito delle famiglie e delle imprese, pone in vendita titoli pubblici (indebitamento), manovra gli strumenti di politica economica (fiscale e monetaria). È un operatore economico utilizzato nello studio della macroeconomia.
https://www.okpedia.it/operatori-economici