OKPEDIA ELETTRICITà

Induzione elettrostatica

L'induzione elettrostatica è un fenomeno di elettrizzazione dei corpi. Il processo è detto anche influenza elettrostatica. Dati due corpi A e B, di cui uno elettrizzato positivamente ( A ) e l'altro neutro ( B ), posti nelle immediate vicinanza ma non a contatto diretto, la vicinanza del corpo elettrizzato positivamente ( A ) influenza la distribuzione degli elettroni nel corpo neutro ( B ). Partendo dal presupposto che i corpi con carica elettrica di segno contrario si attraggono mentre quelli con carica elettrica di segno uguale si respingono. La vicinanza del corpo elettrizzato positivamente ( A ), ossia in difetto di elettroni, vicino a un corpo neutro, attira verso di sé gli elettroni del corpo neutro ( B ). Non potendo passare dal corpo B al corpo A, gli elettroni si concentrano sulla parte del corpo B più vicina al corpo A. In tal modo, il corpo neutro ( B ) perde la sua neutralità elettrica, diventando elettrizzato negativamente nella parte più vicina al corpo A, dove si concentrano gli elettroni, ed elettrizzato positivamente nella parte opposta, dove sono spinti i nuclei privi di elettroni. Viene così a crearsi un fenomeno di induzione elettrostatica positiva e un nuovo equilibrio di forze.

INDUZIONE ELETTROSTATICA

Al termine dell'influenza elettrostatica, allontanando il corpo elettrizzato positivamente ( A ) dal corpo B, gli elettroni del corpo B si ricongiungono con i nuclei del corpo B che torna a essere neutro.

INDUZIONE ELETTROSTATICA POSITIVA

Il processo di induzione elettrostatica può avvenire anche in senso inverso, ponendo vicini due corpi, di cui uno elettrizzato negativamente e l'altro neutro. In quest'ultimo caso, il corpo elettrizzato è in eccesso di elettroni, quindi l'influenza elettrostatica spingerà gli elettroni del corpo B ad allontanarsi dalla parte più vicina al corpo A. Viceversa, i nuclei in difetto di elettroni del corpo B sono attratti nella parte del corpo più vicina al corpo elettrizzato negativamente ( B ). Il corpo B perde la sua neutralità, diventando elettrizzato positivamente nella parte più vicina al corpo A, dove si concentrano i nuclei, ed elettrizzato negativamente nella parte opposta, dove sono spinti gli elettroni. Viene così a crearsi un fenomeno di induzione elettrostatica negativa e un nuovo equilibrio di forze.

INDUZIONE ELETTROSTATICA NEGATIVA

Anche in questo caso, l'influenza elettrostatica termina quando si allontanano tra loro i due corpi A e B. Al termine dell'influenza elettrostatica gli elettroni del corpo B si ricongiungono con i neutroni del corpo B, il quale torna ad assumere una carica neutra.

INDUZIONE ELETTROSTATICA NEGATIVA

In un equilibrio elettrostatico il campo elettrico interno al conduttore è nullo ( teorema di Gauss ). L'induzione elettrostatica si basa sul principio di attrazione delle cariche elettriche di segno diverso e di repulsione delle cariche elettriche di segno uguale. Il fenomeno si basa sull'esistenza del bipolarismo delle cariche elettriche in natura che, convenzionalmente, sono indicate di segno positivo o di segno negativo.

https://www.okpedia.it/induzione_elettrostatica




Elettricità / energia elettrica