Elasticità della domanda

L'elasticità della domanda è il rapporto tra la variazione percentuale della quantità domandata e la variazione percentuale del prezzo del bene.

formula dell'elasticità della domanda

L'elasticità misura la sensibilità della domanda del bene alla variazione del suo prezzo ( reattività della domanda al prezzo ).

In genere, quando si parla di elasticità della domanda si indica l'elasticità della domanda al prezzo. Tuttavia, essendoci anche altri tipi di elasticità della domanda ( es. elasticità al reddito ) è preferibile indicare la denominazione completa dell'elasticità della domanda a cui ci si riferisce.

Il coefficiente di elasticità della domanda

Il coefficiente ε di elasticità della domanda al prezzo è il seguente:

FORMULA ELASTICITA' DOMANDA

Nel coefficiente ε si misura la variazione della quantità domandate ( Δx1/x1 ) del bene economico x1 in reazione a una variazione del suo prezzo ( Δp1/p1 ).

Nota. Le variazioni delle quantità e del prezzo possono essere espresse come variazione relativa o percentuale.

Il coefficiente di elasticità è sempre indicato in valore assoluto. Non si considera il segno delle variazioni del prezzo e della domanda che la determinano.

ELASTICITA DELLA DOMANDA AL PREZZO IN VALORE ASSOLUTO

Il valore assoluto dell'elasticità varia da zero a infinito.

L'elasticità puntuale nella curva di domanda

In una rappresentazione grafica della curva di domanda l'elasticità varia da punto a punto.

Per questa ragione si preferisce calcolare l'elasticità puntuale con il calcolo infinitesimale.

L'elasticità puntuale è pari alla derivata prima della domanda rispetto al prezzo.

come calcolare l'elasticità puntuale

Elasticità puntuale. L'elasticità puntuale è calcolata in un determinato punto della curva di domanda mediante incrementi infinitesimali della quantità domandata e del prezzo. Ad esempio, in una curva di domanda l'elasticità varia da punto a punto. L'elasticità puntuale consente di calcolare il valore della reattività (elasticità) della domanda al prezzo soltanto in un particolare punto della curva di domanda.

L'analisi dell'elasticità nella curva di domanda

Nel tratto iniziale della domanda l'elasticità è inferiore a uno ( bassa elasticità ) perché la variazione di prezzo determina una variazione meno che proporzionale della quantità domandata del bene.

ELASTICITA DOMANDA

Nel tratto finale della curva di domanda l'elasticità è maggiore di uno ( alta elasticità ) perché una minima variazione di prezzo determina una variazione più che proporzionale della quantità domandata del bene.

La domanda elastica, anelastica e rigida

A cosa serve lo studio dell'elasticità?

L'elasticità della domanda consente di comprendere la tipologia della curva di domanda.

In base all'elasticità è possibile distinguere le seguenti tipologie di domanda:

  • Domanda a elasticità unitaria ( e=1 ). La domanda varia nella stessa misura del prezzo. Quando l'elasticità è pari a uno la domanda è esattamente proporzionale alle variazioni del prezzo.

    Ad esempio una riduzione del prezzo del 10% genera un aumento della quantità domandata del 10%. Una riduzione del prezzo di vendita del bene, pertanto, non modifica il ricavo totale del venditore ( R = P Q ) poiché la riduzione percentuale del prezzo P è esattamente compensata dall'incremento della quantità domandata Q.

  • Domanda anelastica ( e<1 ). La domanda varia meno del prezzo. Quando l'elasticità è compresa tra zero e 1, la domanda è anelastica al prezzo. La quantità domandata è poco influenzata dalle variazioni del prezzo.

    Ad esempio una riduzione del prezzo del 10% genera un aumento della quantità domandata inferiore al 10%, ad esempio un aumento del. 5%. La variazione del prezzo di vendita del bene, pertanto, riduce il ricavo totale del venditore. È generalmente anelastica la domanda dei generi di prima necessità (es. cibo, pane, latte, ecc. ) e, paradossalmente, quella dei beni di lusso (es. yacht, gioielli, ecc. ) in quanto, pur se per motivazioni differenti, in entrambi i casi le scelte di acquisto sono poco sensibili alle variazioni di prezzo del bene.

  • Domanda elastica ( e>1 ). La domanda varia più del prezzo. Quando l'elasticità è superiore a 1 la domanda è elastica al prezzo. La quantità domandata è influenzata dalle variazioni del prezzo in un rapporto più che proporzionale.

    Ad esempio una riduzione del 10% del prezzo genera un aumento della quantità domandata superiore al 10%, ad esempio un aumento del 20%. Una riduzione del prezzo di vendita del bene, pertanto, aumenta il ricavo totale del venditore. In questi casi la domanda è molto sensibile alle variazioni di prezzo. Ciò accade, ad esempio, nei mercati internazionali in regime di forte concorrenza ( concorrenza perfetta ) per merci omogenee dal punto di vista delle caratteristiche tecniche o qualitative ( es. prodotti agricoli ).

  • Domanda rigida (e=0). La quantità domandata del bene non varia al variare del prezzo. È costante. Qualunque sia il prezzo, il consumatore acquista sempre la stessa quantità del bene.

    Ad esempio, una riduzione di prezzo del 10% non aumenta la quantità domandata dello stesso. La domanda è completamente anelastica ( rigida ) nei beni di prima necessità ( es. cibo ) e nei beni di lusso. Un consumatore povero tende ad acquistare sempre la stessa quantità di pane o di sale, indipendentemente dalle variazioni di prezzo. Allo stesso modo anche un consumatore ricco tende ad acquistare la stessa quantità di un bene di lusso o di un prodotto raffinato ( es. caviale ) indipendentemente dalle variazioni di prezzo.

  • Domanda perfettamente elastica (e=∞). La domanda è ipersensibile alle variazioni di prezzo. Una piccola variazione di prezzo influenza la decisione di acquisto del consumatore.

    Ad esempio, il prezzo del bene aumenta soltanto del 10% ma la quantità domandata si riduce del 90%. O viceversa.

https://www.okpedia.it/elasticita_domanda



note


Commenti dei lettori

  1. Buongiorno, grazie per gli argomenti messi liberamente a disposizione. Vorrei far notare un piccolo errore sull'elasticità della domanda, domanda ad elasticità unitaria: "Quando l'elasticità è pari a zero la domanda è proporzionale alle variazioni del prezzo". Credo si volesse scrivere è pari a 1

    Okpedia: Grazie per la segnalazione abbiamo corretto l'errore.

Elasticità della domanda

Elasticità dell'offerta


Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.