Condizioni concorrenza perfetta

Con il termine concorrenza perfetta si intende un mercato in cui produttori e consumatori non possono influenzare i prezzi. La moltitudine di operatori dal lato dell'offerta e della domanda impedisce il controllo del prezzo di vendita dei beni nelle contrattazioni. Un mercato concorrenziale è caratterizzato da prodotti 'omogenei' da parte delle imprese. Ossia, non differenziati tra loro per qualità o per particolari optional. Altra caratteristica del mercato concorrenziale è l'informazione perfetta. Sia i consumatori sia i produttori dispongono di tutte le informazioni sulle preferenze della domanda, sui costi di produzione e sui prezzi del mercato. Infine, ultima condizione per avere un mercato di concorrenza perfetta è l'assenza di barriere di ingresso. Nel mercato concorrenziale ogni nuova impresa può iniziare la sua attività senza sottostare ad alcun vincolo di natura esterna.

Condizioni della concorrenza perfetta

Ricapitolando, un mercato è considerato in concorrenza perfetta quando risponde alle seguenti condizioni:

  • numerosità degli operatori
  • libertà d'ingresso
  • omogeneità del prodotto
  • perfetta informazione
  • simultaneità delle contrattazioni

Rappresentazione grafica

Un equilibrio di concorrenza perfetta può anche essere descritto graficamente tramite l'utilizzo di un diagramma cartesiano.

concorrenza perfetta

Il diagramma pone il prezzo del bene e la quantità prodotta sulle assi delle ordinate (asse verticale) e delle ascisse (asse orizzontale). All'interno del diagramma sono rappresentate due curve, quella di domanda del bene da parte dei consumatori (colore rosso) e quella di offerta del prodotto da parte delle imprese (colore blu). Come si può facilmente intuire, le imprese non possono decidere il prezzo del bene ma soltanto la quantità da produrre. In questi casi le imprese sono dette price-taker. La quantità della produzione è individuata dall'intersezione della curva di domanda e della curva di offerta di mercato. In questo punto di equilibrio concorrenziale (E*) la quantità dei beni prodotti dalle imprese eguaglia quella dei beni domandati da parte dei consumatori. Nella condizione di equilibrio il mercato determina il prezzo. La curva di offerta piatta deriva dalla presenza di una moltitudine di piccole imprese, ognuna delle quali soddisfa una parte infinitesimale della domanda. Agli occhi di queste imprese la domanda è anch'essa piatta.

Esempio di concorrenza perfetta

La concorrenza perfetta è un regime di mercato caratterizzato da una molteplicità di piccoli operatori. Un esempio tipico della teoria economica è tratto dal mercato agricolo, in cui migliaia di agricoltori coltivano un prodotto omogeneo (es. frumento) e costituiscono ognuno di essi soltanto una parte infinitesima dell'offerta totale. Ogni impresa agricola non può determinare il prezzo di vendita. Se vuole vendere dovrà rispettare il prezzo applicato di mercato. Le imprese possono anche stabilire i propri prezzi di vendita osservando quelli applicati dalla concorrenza, ma alla fine tutte sono costrette ad applicare il medesimo prezzo poiché la domanda dei consumatori privilegia la vendita ai prezzi più bassi. La piccola impresa agricola può invece decidere quanto produrre basandosi sull'esperienza e sugli eccessi di produzione del passato. Il medesimo comportamento seguito da parte di tutti i produttori agricoli crea una curva di offerta di mercato completamente piatta. Come nel grafico mostrato nel paragrafo precedente.

https://www.okpedia.it/condizioni_concorrenza_perfetta


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Concorrenza

Concorrenza perfetta

Concorrenza imperfetta