Materie prime seconde

Le materie prime seconde (o materie seconde) sono scarti del processo produttivo che possono essere recuperati tramite le attività di riciclaggio e reimmessi in un altro ciclo di produzione come materie prime (seconde). Le materie prime seconde sono conosciute anche con la sigla MPS. Le materie prime seconde possono essere raccolte, oltre che dagli scarti di produzione, anche tramite il processo di raccolta differenziata dei rifiuti nella fase a valle del ciclo di vita del prodotto. Un esempio di materia prima seconda è il vetro. Gli scarti del vetro nel processo di produzione delle bottiglie possono essere recuperati, rilavorati e reintrodotti come input (fattori produttivi) in un successivo ciclo di produzione al pari delle materie prime. Altri esempi di materie prime seconde sono il legno, l'alluminio, i metalli ecc. Le materie prime seconde non devono essere confuse con i rifiuti. Soltanto i residui dei processi produttivi (scarti di produzione) che non possono essere recuperati sono definiti rifiuti. Gli scarti che invece possono essere recuperati sono definiti materie prime seconde (o materie prime riciclate). L'uso delle materie prime seconde consente di ridurre la domanda delle materie prime, riutilizzando in più cicli produttivi la medesima materia, e ridurre la quantità di rifiuti da stoccare nelle discariche o da incenerire.

https://www.okpedia.it/materie-prime-seconde




Merceologia

Risorse naturali

Materie prime