Materiali

I materiali sono gli elementi necessari per la produzione di oggetti (prodotti) destinati a soddisfare i bisogni dell'uomo. I materiali sono ottenuti dalle risorse naturali. Quando una risorsa naturale può essere utilizzata per produrre materiali viene definita materia prima. Allo stesso modo i materiali possono essere ricavati anche da materie prime seconde e da prodotti semilavorati. I materiali sono input e fattori di produzione dei prodotti finiti. La parola 'materiale' deriva dal latino materialis (della materia). Indica oggetti composti da materia che occupano uno spazio. In ambito tecnologico per materiale si intende una sostanza avente determinati caratteri distintivi.

Differenza materiali e materia. La materia e i materiali sono due concetti diversi. La materia è composta prevalentemente da una sostanza omogenea. I materiali possono essere composti anche da sostanze non omogenee e da sostanze semilavorate. I due termini non vanno confusi.

I materiali possono essere utilizzati nella loro condizione iniziale ( es. legname ) oppure essere sottoposti a processi di lavorazione per diventare prodotti semilavorati ( es. tavola ) o prodotti finiti ( es. mobile ). I materiali possono anche essere impiegati come materia prima per ulteriori trasformazioni all'interno di una filiera produttiva. I materiali sono oggetto di studio della scienza dei materiali.

Tipi di materiali. Ogni materiale è caratterizzato da proprietà fisiche, chimiche, meccaniche e tecnologiche. Il materiale può essere indicato in base all'origine (es. materiali di scarto) o in base alla destinazione (es. materiali edili). Sulla base del livello di complessità possono essere distinti anche in materiali tradizionali e materiali avanzati. Esempi di materiali sono i metalli, le fibre tessili, la plastica, il legno, il vetro ecc.

  • Materiali metallici (metalli)
  • Materiali plastici (plastica)
  • Materiali ceramici (ceramica)
  • Fibre tessili
  • Legno
  • Vetro

https://www.okpedia.it/materiali




note


  • Definizione di materiali. Si definiscono 'materiali' tutti quegli elementi necessari per costruire oggetti in grado di soddisfare i bisogni e le esigenze dell'uomo. Sono da intendersi come materiali quelle materie indispensabili per compiere un determinato un lavoro, dette 'input' del processo produttivo, senza le quali una determinata attività produttiva non può essere portata a termine. Il termine deriva 'materia'. Esempi di materiali di impiego comune sono il legno, i metalli, la plastica, i tessuti, il vetro, la carta, la ceramica ecc. La disciplina scientifica che si occupa dello studio dei materiali è la scienza dei materiali.
  • Origine dei materiali. I materiali sono ricavati dalle risorse naturali in modo diretto o indiretto. I materiali ottenuti in modo diretto possono essere utilizzati nel ciclo produttivo al loro stato di risorsa naturale, in quanto si presentano già disponibili senza alcun bisogno di ulteriore lavorazione. Si pensi ad esempio al legno da ardere, all'acqua potabile delle sorgenti ecc. I materiali ottenuti in modo indiretto, invece, possono essere utilizzati nei processi produttivi soltanto dopo essere stati preparati e lavorati. Non possono invece essere utilizzati al loro stato di risorsa naturale. Si pensi ad esempio alla benzina come prodotto della raffinazione del petrolio, all'acciaio come prodotto della metallurgia del ferro ecc.
  • Tipologie di materiali. I materiali possono essere classificati in diversi modi. Un criterio comune di classificazione si basa sull'associazione del termine con quello del settore in cui i fattori produttivi saranno utilizzati. Ad esempio, i materiali da costruzione raggruppano tutti gli input produttivi del settore edile.

Materiali